Mercoledì, 24 Luglio, 2019

Rugby: Gavazzi, Mondiali 2023 in dubbio

Rugby: Gavazzi, Mondiali 2023 in dubbio Rugby: Gavazzi, Mondiali 2023 in dubbio
Evangelisti Maggiorino | 30 Settembre, 2016, 01:57

Il no a Roma2024 "potrebbe coinvolgere anche la candidatura dell'Italia ad ospitare i Mondiali di rugby del 2023".

Per la precisione, il ritiro della candidatura è arrivato dalla Federazione Italiana Rugby che ha parlato di una decisione presa "a seguito delle consultazioni degli ultimi giorni con la presidenza del Consiglio dei Ministri e con il Coni".

"Rimaniamo convinti - ha proseguito Gavazzi- delle grandi potenzialità della candidatura italiana, che avrebbero portato indubbi benefici e necessarie migliorie negli stadi italiani e siamo consapevoli di perdere una fantastica opportunità per radicare ancor più i nostri valori ed il nostro sport nel tessuto sociale italiano, ma dobbiamo prendere atto di come ad oggi non vi siano le basi per continuare questo percorso".

Senza colpe il rugby italiano, in costante crescita, resta adesso fuori da questa gara e sono tanti i rammarichi perché un mondiale di rugby porta prestigio e parecchi soldi (quasi un punto di Pil) senza richiedere, stadi a parte, infrastrutture particolari, soprattutto quando le possibilità di accogliere i turisti stranieri, da mezzo milione in su e con le tasche ben fornite, ci sono già. L'annuncio ufficiale era stato dato a Dicembre 2014 e nel Giugno scorso la FIR aveva confermato la propria candidatura in vista dell'assegnazione prevista per Novembre. L'Italia era candidata ad ospitare la decima edizione della manifestazione più importante della palla ovale - che si terrà un anno prima dei Giochi olimpici - ma come ha spiegato Alfredo Gavazzi, presidente della federazione italiana di rugby, non si andrà avanti. Per lui Gavazzi ha parole dolci perché gli riconosce il merito di "aver sostenuto la candidatura sin dai suoi primissimi passi: sappiamo che condivide la nostra delusione per un'opportunità perduta". Questa la lista dei 12 stadi che avrebbero dovuto ospitare l'evento: Olimpico e Flaminio di Roma, Meazza di Milano, Olimpico di Torino, Ferraris di Genova, Franchi di Firenze, Dall'Ara di Bologna, Friuli di Udine, Euganeo di Padova, San Paolo di Napoli, San Nicola di Bari e Barbera di Palermo.

Altri articoli che parlano di. Quattro i miliardi di spettatori in tv con le partite tramesse in 207 paesi. Rimangono in lizza Sudafrica, Francia ed Irlanda. Se sostituite Padova con Verona sono gli stessi stadi che avrebbero ospitato il torneo olimpico di calcio se l'Italia avesse ottenuto i giochi del 2024.

Altre Notizie