Вторник, 12 Декабря, 2017

Fs, nel nuovo piano 94 miliardi di investimenti in 10 anni

Il nuovo piano di Fs Il nuovo piano di Fs
Esposti Saturniano | 28 Сентября, 2016, 13:42

Non operare come due organizzazioni distinte nella realizzazione delle opere - si legge nel piano - permetterà scambio di idee e sinergie utili per una politica sistemica dello sviluppo dei collegamenti del nostro Paese, creando un soggetto efficiente ed efficace anche nella gestione delle gare e dei progetti di investimento. Si farà la fusione tra Fs e Anas.

Un volume imponente, che si spalma su 10 anni, un arco temporale necessario per coprire progetti infrastrutturali di una certa importanza e trasformare le FS in un'azienda di mobilità integrata e globale.

Sono previsti anche 1,5 miliardi di euro di investimenti, di cui 1,1 miliardi nel materiale rotabile, 300 milioni per terminale e logistica e 100 milioni per Ict per creare "un polo unico della logistica".

Ghezzi, dovremo cambiare molto, è grande rivoluzione - I principi alla base del nuovo Piano industriale di Fs richiedono "una rivoluzione culturale dentro il Gruppo". Era infatti "necessaria una discontinuità con il passato", ha aggiunto Ghezzi. Lo ha annunciato l'Ad del gruppo Renato Mazzoncini presentando il oiano.

Il Piano FS investe 94 miliardi in 10 anni.

Il Piano comprende anche l'integrazione nella rete nazionale RFI delle ex ferrovie concesse e l'operazione Anas, proprio perché l'obiettivoè quello di fornire un servizio sempre più integrato. "Più della metà delle risorse sono già disponibili, ben 58 miliardi, di cui, e lo dico con orgoglio, 23 in autofinanziamento e 35 già stanziati nei contratti di programma". Mazzoncini ha aggiunto che le sinergie consisteranno in una visione comune degli investimenti e nella razionalizzazione dei costi, si potranno avere 400 milioni di risparmi nell'orizzonte di Piano. "Abbiamo discusso molto con Delrio rispetto alla possibilità e alle necessità di internazionalizzazone delle nostre aziende e a quello che poteva fare Fs". Afferma Mazzoncini, spiegando che per tutte le linee per corridoi internazionali servono 120 miliardi, "il problema non possono essere i 3 miliardi e nove del Ponte". "Potrà avere degli errori, dovrà essere valutato, corretto, ma è un piano che tiene insieme l'altissima eccellenza del Frecciarossa e un'attenzione maggiore ai pendolari". Con il nuovo piano FS Italiane si "propone di dare una risposta unica, concreta, semplice alle diverse esigenze di mobilità, presentandosi come punto di accesso alla mobilità collettiva, operatore capace di accompagnare i viaggiatori dalla porta di casa fino alla loro destinazione". Lo sottolinea il premier Matteo Renzi, intervenendo alla presentazione del piano alla stazione Tiburtina di Roma.

Altre Notizie