Giovedi, 18 Luglio, 2019

Di Pietro condannato a risarcire 2,6 milioni euro ai riformisti di Occhetto

Di Pietro e Occhetto ai tempi del sodalizio Di Pietro condannato a risarcire 2,6 milioni euro ai riformisti di Occhetto
Evangelisti Maggiorino | 28 Settembre, 2016, 06:29

Da qui partì un contenzioso legale, fatto di esposti e controesposti, che ha trovato finalmente una sentenza di primo grado con la decisione di oggi, con cui il Tribunale ha stabilito che Di Pietro debba pagare la metà della somma dovuta nel 2004, cioè 2,694 milioni di euro. Il documento che è stato emesso stavolta dal tribunale, giudice Renato Castaldo, rappresenta comunque un punto fermo. La notizia e' stata confermata dall'avvocato Francesco Paola che tutela gli interessi di Occhetto e Chiesa.

Sonora batosta giudiziaria per l'ex leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. Ma non videro nemmeno un centesimo di quei soldi perché furono incassati da un'associazione parallela composta da Di Pietro, sua moglie Susanna Mazzoleni e la tesoriera Silvana Mura. Non un partito o un movimento politico, dunque, ma un soggetto privato, che come tale non aveva alcun titolo a incassare rimborsi elettorali. "A prescindere dalle dinamiche interne tra politici - ha spiegato ancora l'avvocato Paola - questa vicenda mette in evidenza la scandalosa noncuranza con cui l'ufficio di presidenza della Camera ha gestito i rimborsi elettorali, senza fare nessun controllo e pregiudicando inevitabilmente i naturali equilibri politici. Se quei soldi fossero arrivati nelle mani giuste, oggi il gruppo di Giulietto Chiesa sarebbe sicuramente in Parlamento".

Di Pietro non ha voluto commentare l'accaduto, mentre il gruippo politico ha annunciato che chiederà i danni anche alla Camera dei Deputati, troppo superficiale nel 2004 nel rilasciare il denaro dei rimborsi elettorali. "Mai alcun euro di rimborso elettorale è stato incassato privatamente da chicchessia e gli avanzi di gestione, man mano che sono maturati, sono sempre rimasti interamente nelle mani e nella disponibilità esclusiva della Tesoreria del partito".

Altre Notizie