Martedì, 25 Giugno, 2019

Twitter fa gola alla Disney, in corsa anche Microsoft e Linkedin

Disney prepara offerta per Twitter Lo rivela Bloomberg citando fonti vicine all'operazione. Il social network ha finora avuto trattative preliminari con con Saleforce e con Google
Esposti Saturniano | 28 Settembre, 2016, 06:02

La scelta della Disney potrebbe essere volta a rafforzare il fronte social di Walt Disney, punto debole del colosso che potrebbe, attraverso i cinguettii, rilanciarsi sul web. A spingere per la vendita del social network ci sarebbero i suoi stessi azionisti che spingerebbero alla vendita a Disney per avere respiro in borsa e, finalmente, un buon guadagno dopo i cali dovuti alla perdita di utenti e alle continue accuse a Twitter di violenze verbali e abusi. Twitter ha un valore sul mercato azionario di 13,3 miliardi di dollari e all'apertura dei mercati oggi il titolo ha registrato un più 22 per cento: da tempo si sta parlando della sua prospettiva come azienda indipendente e del cambio di strategia che potrebbe passare attraverso l'acquisizione da parte di un'altra realtà.

La Disney sta pensando di comprare Twitter? Da quanto si apprende, il social network è in trattative con aziende di alto profilo del calibro di Google e la società di cloud computing Salesforce, tra le altre.

Nella serata di lunedì 27 settembre il sito di Bloomberg ha dato la notizia di un interesse da parte di Disney per Twitter, uno dei più grandi social network al mondo, che da più di un anno fatica a continuare a crescere e a sostenere la concorrenza piuttosto agguerrita di altre società come Facebook e Snapchat. Anche per Twitter la Disney sarebbe un'ottima scelta, almeno gli investitori sarebbero sicuri di avere le spalle coperte. Inoltre il matrimonio tra le due potrebbe essere legato a Twitter come piattaforma di interazione e di gestione di customer service. Disney, quindi, avrebbe diversi validi motivi per voler puntare a Twitter.

Ma nel frattempo il primo vincitore è proprio l'uccellino che, dopo anni nella gabbia dell'incertezza e della crescita stentata, anche sull'azionario, adesso diventa improvvisamente un bellissimo cigno che tutti vogliono avere. Una operazione di vendita che sta curando la banca d'affari americana Goldman Sachs. Già nel 2015 pare che Google abbia fatto un tentativo in questo senso, rifiutato dall'azienda della piattaforma di microblogging. Soprattutto tra i più giovani che non guardano, e spesso non hanno nemmeno, la televisione.

Altre Notizie