Martedì, 16 Luglio, 2019

Vigile urbano 'furbetto del cartellino': timbrava e andava a fare volontariato

Vigile urbano 'furbetto del cartellino': timbrava e andava a fare volontariato Vigile urbano 'furbetto del cartellino': timbrava e andava a fare volontariato
Evangelisti Maggiorino | 28 Settembre, 2016, 00:07

Il volontariato presso la Croce Celeste, di cui è vice presidente, lo faceva durante le ore di servizio. Secondo quanto accertato, l'uomo andava in ufficio, timbrava il tesserino e dopo pochi minuti usciva e andava nella sede della Croce Celeste per prestare servizio di volontariato. Alla fine del turno rientrava nella sede del comando e ritimbrava il tesserino con l'orario di uscita.

Il "furbetto del cartellino" indagato dal sostituto procuratore Federico Manotti è un sovrintendente capo della polizia municipale, Danilo Sarchi, 61 anni, in servizio all'Ufficio Notifiche. Per lui il gip Franca Borzone ha disposto la misura cautelare dell'interdizione per sei mesi. Le prove a suo carico però rimangono consistenti. In un mese di pedinamenti e appostamenti, utilizzando anche un sistema Gps per analizzare gli spostamenti, gli inquirenti hanno stabilito che tra marzo e aprile a fronte di 126 ore lavorative dichiarate, Sarchi ha dedicato per attività per così dire non istituzionali circa 77 ore, quindi più della metà. In un'occasione è stato constatato che aveva prelevato un paziente dializzato per portarlo in ospedale mentre invece risultava al lavoro.

Altre Notizie