Sabato, 20 Luglio, 2019

Colombia: Governo firma la pace con Le Farc

Colombia finalmente è l'ora della pace Colombia: Governo firma la pace con Le Farc
Evangelisti Maggiorino | 27 Settembre, 2016, 22:08

Sara' il Viceministro degli Esteri Mario Giro a rappresentare il governo italiano, su invito del governo colombiano, alla firma degli Accordi di Pace in Colombia tra il governo del Presidente Manuel Santos e l'ex gruppo guerrigliero delle Farc. La giornata che ha siglato ufficialmente l'accordo di pace in Colombia tra il Governo e Farc: un atto che conclude cinquantadue anni di guerra.

Quanto alla ratifica dell'accordo e alla sua entrata in vigore, le Farc l'hanno approvato venerdì scorso durante la loro conferenza nazionale e la Colombia lo sottoporrà ad un referendum popolare fissato per domenica 2 ottobre: una procedura questa non obbligatoria, ma voluta dal presidente Santos per dare legittimità popolare alla firma.

"Mai più guerra! Mai più guerra!". "Quello che abbiamo firmato oggi è una dichiarazione del popolo colombiano di fronte al mondo per dire che ci siamo stancati della guerra, che non accettiamo la violenza come mezzo per difendere le proprie idee, che diciamo forte e chiaro basta guerra, basta alla guerra". "Preferisco un accordo imperfetto che salvi vite a unha guerra perfetta che continui a seminare morte e dolore nel nostro Paese e nelle nostre famiglie", ha detto Santos.

La liturgia si è svolta nella chiesa principale di Cartagena, davanti alla tomba di San Pietro Claver (1580-1654), il missionario spagnolo che si dedicò all'assistenza degli schiavi neri deportati dall'Africa, assistendoli e battendosi per i loro diritti, a cui è stato reso omaggio con una corona di fiori, mentre tutti i presenti ripetevano lo slogan "La giustizia abbraccia la pace". Presente anche il segretario di Stato Usa, John Kerry, che subito dopo la firma ha incontrato Nicolas Maduro. L'Unione Europea ieri dopo la firma ha tolto le Farc dalla lista delle organizzazioni terroristiche. Il segretario generale delle Nazioni unite Ban ki-moon si è congratulato con "tutti coloro che hanno reso possibile questo giorno memorabile", stimando che l'intesa "creerà le condizioni per una pace duratura". Il conflitto colombiano ha provocato oltre 260mila morti, 45mila dispersi e 6,9 milioni di sfollati, coinvolgendo diversi guerriglieri di sinistra, i paramilitari di estrema destra e l'esercito. Il cardinale ha concluso riproponendo una versione della pagina evangelica delle Beatitudini applicata al popolo colombiano: "Beati i colombiani che lavorano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio".

Altre Notizie