Giovedi, 21 Novembre, 2019

Dylan Dog al Comics per i suoi 30 anni

LILLIE CONNOLLY LILLIE CONNOLLY
Acerboni Ferdinando | 27 Settembre, 2016, 19:41

Correva l'anno 1972 e tra i diplomandi del liceo classico "Ugo Foscolo" di Pavia, un giovanissimo Tiziano Sclavi dava già segno di possedere la stoffa da fuoriclasse che anni dopo l'avrebbe reso una celebrità come creatore di Dylan Dog.

L'affascinante detective horror Dylan Dog, compie trent'anni.

Il 7 ottobre Studio Universal trasmetterà il documentario di 30 minuti intitolato Dylan Dog: 30 anni di incubi. "Sembra una vita fa quando usciva in edicola questo strano, nuovo fumetto - ha dichiarato Michele Masiero, direttore editoriale Sergio Bonelli Editore - che, partito in sordina, è poi esploso fino a diventare un vero e proprio fenomeno di costume".

Dal 28 ottobre al 1 novembre si terrà il più importante appuntamento del fumetto italiano, a Lucca Comics, dove sarà presentata la riedizione speciale dell'albo n. 1 e la versione del n.361 Mater dolorosa con la copertina di Zerocalcare.

Bonelli distribuirà su DVD "Nessuno siamo perfetti", il documentario di Marco Soldi su Tiziano Sclavi.

La prima è che Radio 24 trasmetterà otto adattamenti di celebri storie del personaggio in forma di radiodramma, storie che partiranno con la celebre L'alba dei morti viventi per concludersi proprio con Dopo un lungo silenzio.

Studio Universal: ottobre mese dylaniato anche in tv con Halloween con Dylan Dog. Si tratta di L'alba dei morti viventi, Essi vivono, Videodrome, The Elephant Man.

E poi, ovviamente, c'è il talento. Le Pigotte sono fatte "non in modo industriale - ha continuato Rozera - quindi abbiamo tutti i nostri volontari impegnati per farne il più possibile, perché vanno sempre a ruba molto velocemente". E portato il personaggio anche al cinema.

"Ci ho messo due anni e mezzo per convincere Tiziano Sclavi a tornare a scrivere Dylan Dog, ma alla fine ce l'ho fatta - racconta Roberto Recchioni, fumettista chiamato nel 2013 dalla Bonelli Editore per rilanciare Dylan Dog che stava attraversando un periodo di stanca dopo gli inarrivabili successi d'esordio -".

Divenuto rapidamente elemento centrale nell'ampia scuderia della Sergio Boneli Editore, secondo solo forse a Zagor e Tex, Dylan Dog ha prepotentemente saputo ritagliarsi un posticino nel cuore i tutti gli amanti dell'horror grazie alla possibilità di trasferire sul fumetto una serie di incubi ricorrenti e di rileggere in chiave ironica tutti quei topoi della letteratura di settore che risultano ormai da decenni scandagliati ed esplorati in ogni loro meandro e che si traducono, in veste cinematografica, in una serie di remake pressoché infinita.

Altre Notizie