Sabato, 20 Luglio, 2019

La fiaba di INDIVISIBILI, piccolo capolavoro di di Edoardo De Angelis

La fiaba di INDIVISIBILI, piccolo capolavoro di di Edoardo De Angelis La fiaba di INDIVISIBILI, piccolo capolavoro di di Edoardo De Angelis
Deangelis Cassiopea | 27 Settembre, 2016, 19:35

Dasy e Viola sono due gemelle siamesi, che scoprono di poter essere separate per via chirurgica e affrontano una drammatica scelta: continuare a essere gemelle siamesi, o provare a essere soltanto sorelle? Edoardo De Angelis nel suo "Indivisibili "ha lavorato così a stretto contatto con le due protagoniste Viola e Dasy, interpretate dalle intense Angela e Marianna Fontana, da sentirsi il "terzo gemello". Alla Casa del Cinema di Roma, prima di ricevere il Premio Pasinetti assegnato dal Sindacato dei giornalisti, il regista ci ha raccontato come è nato "Indivisibili", che per un soffio non è scelto dall'Italia per concorrere come Miglior film straniero agli Oscar. Sfruttate dalla famiglia per sbarcare il lunario, le due decidono di dividersi ma il desiderio di normalità avrà tragiche conseguenze nelle loro vite. "Castel Volturno è lo specchio della storia e dei personaggi. E spero che l'emozione che ho messo nel realizzare questo film, arrivi almeno in parte a chi lo guarda".

Ricordate Daisy e Violet Hilton, le gemelle siamesi del classico horror Freaks diretto da Tom Browning nel 1932? Nonostante siano esordienti le due attrici si sono subito ambientate sul set: "Non avevano bisogno degli attori professionisti come guida, le gemelle hanno dimostrato una grande attitudine e rettitudine". "Ho girato in sequenza il film per far vivere alle ragazze sulla loro pelle la trasformazione delle gemelle. L'unico miracolo è l'innocenza di queste ragazze e ho cercato di proteggere la loro purezza", ha aggiunto, "Volevo equilibrare l'esoterico e il reale, il terreno e lo spirituale, il brutto e il bello e ogni volta che qualcosa dei due è sbilanciato, nasce l'emozione". Hanno iniziato a vivere come loro, scrivevano un diario segreto firmandosi Desy e Viola.

La pellicola racconta la storia di due gemelle siamesi di Castelvolturno che mantengono la famiglia esibendosi come cantanti neomelodiche a matrimoni e cerimonie, a metà tra il fenomeno da circo e la vena aurea da far fruttare al massimo. "Enzo Avitabile è stata la colonna sonora della mia vita, insieme ai Bottari di Portici che suonano degli strumenti ideati non lontano da dove vivevo", ha spiegato il regista.

Altre Notizie