Martedì, 23 Luglio, 2019

Supernova chi? Grillo preferisce il Salone del Libro di Torino

Supernova chi? Grillo preferisce il Salone del Libro di Torino Supernova chi? Grillo preferisce il Salone del Libro di Torino
Evangelisti Maggiorino | 24 Settembre, 2016, 04:20

"A svelare i segreti più profondi dei Cinque Stelle sono due professionisti che sono entrati nella stanza dei bottoni del Movimento: Marco Canestrari, web developer, dal 2007 al 2010 braccio destro di Gianroberto Casaleggio, e Nicola Biondo che ha diretto l'ufficio comunicazione M5S alla Camera", si legge ancora. Del pamphlet si parla da giorni in Rete e oggi sono disponibili online l'introduzione e il primo capitolo sul sito supernova5stelle.it, ma solo per chi sostiene con almeno 5 euro la piattaforma di crowdfunding "Produzioni dal Basso" che finanzia la pubblicazione del volume.

Come ad esempio una telefonata di fuoco fra Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo pochi giorni prima che il guru pentastellato morisse: e che la direbbe lunga su quanto i rapporti fra i due si fossero terribilmente incrinati.

"La voce è un grido e il grido è un 'Vaffanculo'". Marco Canestrari, consulente informatico, è stato il responsabile dei Meet up per il blog di Beppe Grillo. Ma questo potrebbe diventare il più importante nella storia pur piena di inviti a visitare quel paese del Movimento 5 Stelle. E non è escluso, ipotizza qualcuno nel Movimento, che Casaleggio jr stavolta salga sul palco per un intervento commemorativo sul cofondatore del Movimento venuto a mancare nell'aprile scorso. È estromesso da scelte di fondo che avvengono senza che lui le conosca: su tutte, la migrazione, cruciale, dal blog beppegrillo.it a ilblogdellestelle.it. Grillo non ne era stato informato, è un'altra rivelazione di Biondo e Canestrari: "Da Genova la cosa è stata presa male, perché in questo modo non è più il blog di Beppe il motore propulsore del Movimento. Mi spiace sia finita cosi...". Ne consegue comunque che oggi, come è ancora più palese con la confusione scatenatasi su Roma, "nel Movimento ci sono tre soggetti che gestiscono il potere e sono in lotta tra di loro anche se non lo ammetteranno mai: l'azienda Casaleggio Associati, Grillo e il direttorio". Secondo gli autori di Supernova, quell'ultima telefonata "testimonia quello che il Movimento già non è più, spiega cosa sta diventando, descrive il rimpianto di Beppe per quello che sarebbe dovuto essere". Da qui, l'appellativo "ragazzini cattivi", affibbiato loro - si rivela nel libro - dalla stessa Ruocco. "E questo ovviamente al comico genovese non va giù". Grillo diserta, e manda suo nipote Enrico, avvocato e vicepresidente dell'associazione Movimento cinque stelle.

Nulla trapela su quello incontro al resto del gruppo parlamentare, tutto rimane segreto. Fico si lascia scappare: "Noi siamo in mezzo tra Beppe e Davide".

È stata una mail inviata dallo staff milanese del M5S a dare la comunicazione definitiva: le consultazioni telematiche tra gli iscritti per definire la rosa dei portavoce da presentare alle elezioni amministrative nel capoluogo siciliano della primavera prossima non si svolgeranno prima di sabato. Un libro che si propone di far luce sui lati oscuri del MoVimento 5 Stelle, ciò che fino a questo momento è rimasto nascosto alle cronache e soltanto filtrato attraverso retroscena e indiscrezioni. "L'indomani dell'incontro di Genova, i cinque del direttorio vanno a Milano proprio da Davide Casaleggio". "Il codice della piattaforma non è open source, quindi non si sa come siano gestiti, da chi e quali siano i livelli di accesso e di sicurezza".

Statuto e simbolo. Tanti parlamentari chiamano Grillo per sapere se davvero vuole lasciare il simbolo al direttorio, ma lui rassicura: "State tranquilli, non ci penso nemmeno".

Altre Notizie