Martedì, 19 Novembre, 2019

Palermo-Juventus, la conferenza di Allegri: "Dybala deve stare sereno"

Palermo-Juventus, la conferenza di Allegri: Palermo-Juventus, la conferenza di Allegri: "Dybala deve stare sereno"
Cacciopini Corbiniano | 23 Settembre, 2016, 19:14

E noi non possiamo andarcene da Palermo senza i tre punti. Queste le parole del tecnico bianconero alla vigilia del match: "Tre trasferte in una settimana: giocare fuori casa porta sempre più stanchezza". Questo per noi è un vantaggio: lui tecnicamente ha fatto bene, gli manca solo il gol ma deve rimanere sereno. Per domani potrebbe partire anche dalla panchina. Pjaca sostituito? Hanno caratteristiche diverse; negli ultimi giorni è cresciuto molto. Dybala non è nervoso, più lo cerchi e meno lo trovi, deve stare tranquillo. Possono and giocare Mandzukic e Higuain. "Abbiamo sbagliato poco, domani rimarremo con i 3 dietro".

Queste due squadre non pareggiano al Barbera dal febbraio 1969 - da allora ci sono state quattro vittorie rosanero e otto bianconere. "Morata aveva un'altra esperienza, un percorso diverso". Il suo caso? E' venuto da me a fine allenamento e ha chiesto di andare a casa per problemi familiari. "Domani non gioca dall'inizio, a partita in corso può darsi".

La vittoria ritrovata contro il Cagliari dopo la brutta sconfitta rimediata a Milano contro l'Inter.

Formazione - "Domani riposa Chiellini". Rientrerà Khedira, devo girare i centrocampisti.

L'ASSENZA DI SARRI - A chi gli chiede di commentare la decisione del collega del Napoli, Maurizio Sarri, di non presentarsi in conferenza stampa prima della sfida con il Chievo in segno di protesta verso i torti arbitrali subiti, Allegri risponde con una battuta: "Mi dispiace per i giornalisti che non troveranno Sarri, se non ci sarà. Io a scuola avevo tante assenze, ma in conferenza ho solo presenze.". Sono contento per Rugani che ha fatto una bella prestazione, è stato molto bene.

TURNOVER - "Scelgo la migliore formazione di partita in partita. Benatia spero che rientri il prima possibile perché è importante avere tutti a disposizione avendo 7 partite al mese".

Higuain e le critiche - "Fanno parte del gioco: se vinciamo che giochi o non giochi Higuain non gli frega niente a nessuno, altrimenti partono le critiche".

"Con un tifo del genere, al Dall'Ara siamo chiamati assolutamente a fare delle grandi partite, è così che dobbiamo costruire il nostro buon campionato".

Altre Notizie