Domenica, 15 Dicembre, 2019

Carceri: detenuto suicida a Lucca

Evangelisti Maggiorino | 23 Settembre, 2016, 17:05

Lo rende noto il sindacato della polizia penitenziaria Sappe, spiegando che l'uomo, originario della Puglia, già in passato detenuto a Grosseto per altri reati, si è suicidato impiccandosi alla finestra della sua cella.

"La morte per suicidio di un detenuto in carcere è sempre una sconfitta per lo Stato. - commenta Donato Capece, segretario generale del Sappe. Negli ultimi 20 anni le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria hanno sventato, nelle carceri del Paese, più di 18mila tentati suicidi e impedito che quasi 133mila atti di autolesionismo potessero avere nefaste conseguenze", osserva Capece. La situazione nelle carceri resta allarmante. "Altro che emergenza superata".

Mercoledì scorso si era tenuto a Montale (PT) il XIII Consiglio Nazionale del primo Sindacato dei Baschi Azzurri. L'allarme è stato lanciato dagli agenti che sono intervenuti subito. "Per questo, la Polizia Penitenziaria della Toscana merita attenzione e rispetto, cominciando a ripianare le carenze di organico quantificate in oltre 800 poliziotti penitenziari in meno nella Regione". Pasquale Salemme, segretario regionale Sappe, aveva dichiarato nei giorni scorsi: "Ultimamente, vari detenuti con gravi problemi psichiatrici sono stati assegnati alla struttura detentiva lucchese, pur sapendo che essa non è idonea alla ricezione ed alla custodia di tali soggetti, che spesso non solo mettono a repentaglio la sicurezza interna, ma minano la tranquillità del resto della popolazione detenuta presente".

Altre Notizie