Venerdì, 04 Dicembre, 2020

Allegri, vincere per evitare critiche

Allegri, vincere per evitare critiche Allegri, vincere per evitare critiche
Cacciopini Corbiniano | 23 Settembre, 2016, 17:02

Come da tradizione della vigilia, a Vinovo Massimiliano Allegri in conferenza stampa parla della partita, iniziando dalla presentazione dell'avversario: "Affrontiamo una squadra diversa, hanno fatto quattro punti in due trasferte, troveremo un Palermo voglioso, senza grandi responsabilità e incontreremo difficoltà, com'è normale che sia. Abbiamo tre trasferte di fila in una settimana". Alle normali difficoltà si aggiungeranno i viaggi e quindi un aumento di stanchezza. "E' normale che come tutti gli attaccanti, quando non fanno gol, smania nel fare gol, ma più lo cercano e meno lo trovano. Non possiamo non vincere per dare seguito alla vittoria col Cagliari". Lo si nota anche in campo dove è subito triplicato. Ormai lo conoscono. Tuttavia penso debba restare sereno e domani potrebbe anche partire dalla panchina.

PJACA - "E' il sostituto di Dybala con caratteristiche diverse". Non troveremo lo stesso Palermo di 20 giorni fa: dovremo stare attenti.

Infine, una battuta su Cuadrado: "Non partirà dall'inizio, forse lo inserirò a partita in corso. Ha svolto tutto l'allenamento l'altro giorno e mi ha chiesto di tornare a casa perché era turbato, così glielo ho permesso, ma ora è tutto a posto".

ANCORA 3-5-2 - "Rispetto a Milano contro il Cagliari abbiamo giocato meglio tecnicamente, con più pressione, più lavoro collettivo e meno sbagli da parte di tutti". Stavolta in difesa riposa Chiellini, mentre in attacco Massimiliano Allegri potrebbe varare la coppia pesante Higuain-Mandzukic, al debutto dal primo minuto. Il Palermo ha fatto 4 punti nelle ultime 2 partite, avrà voglia di fare bene. "Khedira domani rientra, ma devo farli girare". Su Hernanes devo decidere, abbiamo tre partite in una settimana, devo valutare tra lui e Lemina.

Neto è pronto ma il capitano ha pienamente recuperato: "Buffon domani giocherà".

SARRI - "Non si presenterà in conferenza stampa dopo le polemiche di Genova?" Ma sta facendo delle buone partite sotto il piano tecnico: però è molto più conosciuto e ha molta più attenzione da parte di tutti gli avversari, basta vedere che appena va in possesso di palla, gli saltano addosso, lo raddoppiano e lo triplicano. "Io a scuola avevo tante assenze, ma in conferenza ho solo presenze.". "Benatia spero che rientri il prima possibile per avere più scelta". "È un percorso diverso ma Marko diventerà un campione". Morata invece giocava al Real, ha fatto una Champions allenandosi con i migliori.

Altre Notizie