Venerdì, 14 Agosto, 2020

Referendum costituzionale , il testo del quesito

Referendum costituzionale , il testo del quesito Referendum costituzionale , il testo del quesito
Evangelisti Maggiorino | 23 Settembre, 2016, 16:40

C'è ormai grande attesa per scoprire quale sarà la data del referendum costituzionale 2016, il passaggio cruciale della legislatura.

La Corte costituzionale che ha rinviato la decisione sull' Italicum a dopo il referendum per cercare di tenersi lontana dalle polemiche politiche, potrebbe paradossalmente vedersi recapitare un quesito di costituzionalità che riguarda direttamente il referendum sulla riforma.

Un breve ma esaustivo elenco delle ragioni del sì. Un vero e proprio spot per il sì. Come? Sostenendo che sottoporre a un giudizio univoco questioni varie e complesse come quelle contenute nella riforma vada contro il principio di "omogeneità" rivendicato dalla stessa Consulta nel '78 e nell'87. Impossibile per il cittadino scegliere o distinguere: il referendum con un quesito unico è prendere o lasciare. Ma quel che già c'è è la scheda, diffusa ieri via Twitter dal premier Matteo Renzi.

La sezione ANPI di Finale Emilia considera la Riforma del Senato e la legge elettorale, così come approvate dal Parlamento, un attacco al sistema democratico di rappresentanza ed ai diritti dei cittadini, in sostanza una riduzione degli spazi di democrazia.

Il primo step della campagna elettorale si concretizzerà a Lamezia Terme con la manifestazione "Il Pd in campo per il sì alla riforma costituzionale": l'appuntamento è alle 10 all'hotel Lamezia e prevede la partecipazione del sottosegretario di Stato, Marco Minniti, il presidente della Regione, Mario Oliverio, il segretario regionale del Pd, Ernesto Magorno, e il responsabile della campagna referendaria, il deputato Pd Demetrio Battaglia.

Per questo tipo di referendum non è previsto il quorum: vinceranno i "Sì" o i "No" indipendentemente da quante persone andranno a votare. Una linea anticipata dal ministro Boschi qualche giorno fa: "Il quesito è molto semplice, perché si chiede agli italiani se vogliono superare il bicameralismo paritario, abolire il Cnel, ridurre il numero dei parlamentari e dei costi della politica, abolire le province e rivedere il titolo V?".

Altre Notizie