Domenica, 15 Settembre, 2019

La Bce ripresa moderata in Eurozona, bene il Jobs Act in Italia

La Bce ripresa moderata in Eurozona, bene il Jobs Act in Italia La Bce ripresa moderata in Eurozona, bene il Jobs Act in Italia
Esposti Saturniano | 23 Settembre, 2016, 01:12

La Banca Centrale "si attende che la ripresa economica proceda a un ritmo moderato ma costante". "In Italia - aggiunge - è stata registrata negli ultimi quattro trimestri un'accelerazione dell'occupazione", anche se il nostro Paese, insieme alla Francia, ha contribuito meno di Germania a Spagna alla ripresa dell'occupazione nell'area dell'euro.

L'istituzione ripete quanto detto da Mario Draghi, al termine dell'ultimo direttorio. "Nel secondo trimestre del 2016 l'aumento del Pil in termini reali dell'area stato pari allo 0,3% sul periodo precedente, dopo lo 0,5 del primo trimestre", ricorda la Bce, "l'andamento e' stato sospinto dalle esportazioni nette e dal contributo ancora positivo della domanda interna". "Frattanto ha incaricato i comitati pertinenti di valutare le opzioni possibili allo scopo di assicurare l'ordinata attuazione del programma di acquisto di attività dell'Eurosistema". "Manterrà il sostegno monetario molto elevato insito nelle proiezioni macroeconomiche degli esperti della Bce, che occorre per assicurare il ritorno dell'inflazione su livelli inferiori ma prossimi al 2 per cento nel medio termine". In aggiunta, la Bce prevede che l'orientamento fiscale nell'area dell'euro sia lievemente espansivo quest'anno per poi neutralizzarsi nel 2017 e nel 2018. Data la situazione di incertezza - prosegue il bollettino - il Consiglio direttivo continuerà a seguire con grande attenzione gli andamenti economici e l'evoluzione dei mercati finanziari. Ai Paesi ad alto debito, categoria nella quale rientra a pieno titolo l'Italia, si chiedono "ulteriori sforzi di consolidamento". E, in vista della preparazione dei bilanci 2017 e della loro valutazione da parte della Commissione europea, indica che occorrerà impegnarsi affinché i documenti programmatici di bilancio siano efficaci come strumento correttivo.

"I bassi tassi di interesse, il miglioramento del mercato del lavoro e la crescente fiducia sostengono le prospettive per le economie sviluppate, anche se l'incertezza generata dal referendum nel Regno Unito sull'adesione all'UE peserà sulla domanda in quel Paese".

Altre Notizie