Lunedi, 27 Gennaio, 2020

Torino, la Sicilia sbarca al Salone del Gusto

Torino, la Sicilia sbarca al Salone del Gusto Torino, la Sicilia sbarca al Salone del Gusto
Deangelis Cassiopea | 21 Settembre, 2016, 11:33

- Il Fvg sara' presente al Salone del gusto di Torino in formato 'slow'. I prodotti più rappresentativi delle terre tortonesi avrano un posto di prestigio nel più grande evento internazionale dedicato alla culura del cibo, il Salone del Gusto di Torino, in programma dal 22 al 26 settembre. All'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi sono affidate le conclusioni di una riflessione alla quale partecipano il presidente di Slow Food Toscana Raffella Grana, il presidente di Slow Food Italia Gaetano Pascale, Luca Sani, presidente Commissione agricoltura della Camera dei Deputati, Claudia Merlino, responsabile Settore Lavoro CIA e Raffaella Conci, presidente della Cooperativa Terre Joniche. Per Bolzonello "non c'e' miglior modo per conoscere il nostro territorio se non tramite le due ruote e il cicloturismo, sfruttando le centinaia di chilometri di piste ciclabili panoramiche che solcano il Fvg".

Le immagini simbolo che campeggeranno nei 144 metri quadrati dello stand saranno la bicicletta e i cestini da pic-nic. "Percorsi che hanno trovato gradimento a livello internazionale, come dimostra il recente premio d'eccellenza ricevuto dalla ciclovia Alpe Adria". Ciascuno di loro proporrà uno speciale panino-slow, abbinato a una tappa del territorio, che racconterà, attraverso gli ingredienti cui è farcito, una piccola storia. Il connubio tra Slow food e slow turism è "un matrimonio che consente di abbinare il piacere del viaggio in bicicletta con quello della nostra tavola, fatta di gusti da assaporare a ritmo lento". Inoltre, sono previste promozioni per gli abbonati GTT e Formula che si recheranno alla manifestazione. Insieme a lui, il vicepresidente di Slow Food Toscana, Massimo Bernacchini, e una rappresentanza di produttori di presìdi toscani Slow Food.

Le iniziative della Regione Toscana per presentare prodotti peculiari della Toscana e soprattutto l'attenta e articolata politica legata all'agroalimentare saranno un convegno, un percorso di degustazioni organizzato in collaborazione con Slow Food e una app.

Altre Notizie