Lunedi, 20 Gennaio, 2020

Giovanni Cottone arrestato per il crac Maxwork

Giovanni Cottone arrestato per il crac Maxwork Giovanni Cottone arrestato per il crac Maxwork
Esposti Saturniano | 20 Settembre, 2016, 15:37

È Giovanni Cottone, l'ex di Valeria Marini, una delle due persone finite agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta della Guardia di Finanza di Bergamo e coordinata dalla Procura sul crac di Maxwork. Una notizia che arriva a pochi minuti dall'entrata nella casa del Grande Fratello di una persona importante per lui...

Giovanni Cottone sarebbe anche la ragione dei debiti di Gigi D'Alessio con Valeria Marini, che il cantante napoletano ha annunciato in un'intervista rilasciata inquete settimane. Le accuse della magistratura bergamasca sono pesanti: bancarotta, truffa aggravata, peculato e reati tributari e bancari.

Ansa riporta ancora: "E' stata realizzata producendo documentazione fittizia volta a comprovare dei versamenti in realtà mai effettuati". Il gip Iacomino ha disposto, oltre agli arresti domiciliari di Giovanni Cottone e dell'ex amministratore della Maxwork, il sequestro preventivo a carico di tutte le otto persone coinvolto a vario titolo di denaro e di tutti i beni di loro proprietà. L'inchiesta ha quantificato un danno all'erario che ammonta a oltre 56 milioni di euro, una somma frutto di imposte e contributi previdenziali non versati.

La bellissima e giunonica Valeria Marini è apparsa molto divertita di questa sua partecipazione e pronta a mettersi in gioco con semplicità e naturalezza.

L'anno scorso, dopo le prime indagini riguardanti il caso in mano al pm Maria Cristina Rota, invece, era emerso che il questore di Bergamo, Finolli, si sarebbe dato parecchio da fare per organizzare un pranzo fra il direttore dell'Inps di Bergamo Angelo D'Ambrosio e il suo amico Giovanni Cottone, imprenditore che, presentandosi come procuratore della società di intermediazione di lavoro Maxwork, chiedeva il modo di dilazionare la quindicina di milioni di debito.

Lo scopo - secondo l'accusa - era il lusso, lo sfarzo, o il lancio di altre imprese, come la costruzione di villaggi turistici in Sardegna.

Sono stata ingannata perché ho creduto in un amore che si è rivelato un equivoco. È riuscito a nascondermi una famiglia, due figli.

Altre Notizie