Giovedi, 18 Luglio, 2019

Ciampi, nel pomeriggio camera ardente al Senato

Addio all'ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi Ciampi, nel pomeriggio camera ardente al Senato
Machelli Zaccheo | 18 Settembre, 2016, 10:01

È scomparso in queste ore Carlo Azeglio Ciampi, Presidente Emerito della Repubblica, figura esemplare della storia italiana.

Uno dei figli di Ciampi, Claudio, è presidente dell'ANPSC, l'Associazione Nazionale Promozione Sportiva nelle Comunità, che è una delle 19 Associazioni Benemerite del CONI. Anche il presidente della Commissione UE, Jean Claude Juncker, gli ha reso omaggio: "L'Italia ha perso un uomo di stato la cui intera vita ha dimostrato attaccamento alla causa italiana e a quella europea".

Intanto tante corone di fiori sono state messe all'interno del Senato per rendere omaggio a Ciampi. E' prevista la partecipazione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Mi piace ricordare la nascita del suo intenso rapporto con l'Abruzzo: dopo l'armistizio dell'8 settembre non volle aderire alla Repubblica di Salò e trovò rifugio a Scanno. In questo periodo, ci fu l'ingresso dell'Italia nell'euro. Di quella sua traversata resta un diario conservato nel liceo scientifico di Sulmona, che intendo visitare al più presto per onorarne la memoria.

Se i politici non vogliono vedere che questa è l'urgenza indifferibile per sgominare la corruzione e dar forza al nostro Paese in Europa mettiamoci noi a raccogliere firme per spingere l'iniziativa alla legge sui partiti, che, sola può sgominare la criminalità politica.

Governatore della Banca d'Italia per 14 anni, poi gli incarichi governativi, Ciampi fu uno dei protagonisti dell'economia e della politica del paese e ne incarnò la faccia onesta, diventando Presidente del consiglio nel 1993, proprio dopo il trauma di Mani pulite e in seguito ministro del tesoro nell'esecutivo Prodi, per poi arrivare al Quirinale. Oggi che l'Abruzzo e l'Italia piangono la scomparsa del "Presidente galantuomo", riaffiorano tutte le Sue manifestazione di stima per la terra abruzzese. Il Coni ha invitato le Federazioni a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si disputeranno in Italia a partire da oggi e per tutta la settimana.

"Carlo Azeglio Ciampi, che è stato molto legato alla nostra Isola, ha saputo guidare con grande competenza e senso istituzionale momenti di profondo cambiamento per il Paese".

Era accaduto solo per De Nicola e Cossiga.

Sarebbe il caso di chiedersi cosa avrebbe fatto Ciampi di fronte ai problemi attuali: disoccupazione, debito pubblico, stagnazione economica, scuola, produttività, banche.

Altre Notizie