Martedì, 25 Giugno, 2019

Mps: Morelli nominato amministratore delegato, si dimette il presidente Tononi

Mps: Morelli nominato amministratore delegato, si dimette il presidente Tononi Mps: Morelli nominato amministratore delegato, si dimette il presidente Tononi
Esposti Saturniano | 17 Settembre, 2016, 13:43

"Tale decisione è maturata, dopo aver coordinato il processo di nomina del nuovo Amministratore Delegato, a fronte del completamento della fase preliminare dell'operazione di rilancio della Banca che, con l'assemblea di prossima convocazione, prenderà definitivo avvio", riportava la nota del gruppo Mps. Non solo, prima di entrare nel gruppo Mps, Morelli era stato amministratore delegato e direttore generale di JP Morgan Italia e membro del Comitato esecutivo di JP Morgan Europa.

- Retribuzione Annua Lorda fissata in Euro 1.400.000 (unmilionequattrocentomila) omnicomprensiva.

Tononi ha invece rassegnato le dimissioni ma resterà al vertice fino all'approvazione del nuovo piano industriale dell'istituto.

Nella lettera di saluto ai dipendenti, l'ex ad di Mps Fabrizio Viola ringrazia quella che definisce "la mia prima linea". Le sue dimissioni, comunque, avrebbero colto di sorpresa sia il ministero sia la Bce, e potrebbero essere anche espressione di un certo disappunto su alcuni aspetti delle vicende che hanno portato all'addio di Viola. Viola per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro ed alla rinuncia alla carica di a.D.

Il CDA di Mps fa sapere che la nomina di Morelli è stata approvata "in virtù della sua rilevante esperienza internazionale e della sua conoscenza del settore bancario italiano". Negli anni del duo Mussari-Vigni assume maggiori responsabilità. Morelli era già stato a Siena da giugno 2006 a febbraio 2010, ricoprendo i ruoli di vicedirettore generale e di ad di Mps Capital Services. Dall'inchiesta, però, Morelli è uscito pulito nel 2013 quando i PM hanno fatto richiesta di archiviazioni scrivendo che Morelli "non è risultato da fine 2007 l'interlocutore dell'Autorità di vigilanza sull'operazione Fresh". Ove si attuasse la suddetta opzione avremmo, da una parte, una minore necessità di capitale ma, dall'altra, la protesta degli obbligazionisti, tra i quali i tantissimi piccoli risparmiatori, chiamati a suo tempo a sottoscriverle per 2 miliardi, anche in questo caso per finanziare l'acquisto di Antonveneta. Tra i suoi tratti prettamente personali l'attenzione alla dieta (ma frutta e cioccolato non devono mai mancare) e grande sportivo (ama soprattutto la montagna, esperto sciatore ha fatto anche qualche gara con la mountain bike).

Auguri a Morelli e rammarico per le dimissioni di Tononi. Morelli aveva lasciato Siena per il Gruppo Intesa Sanpaolo nel 2010, diventandone direttore generale vicario. Lascerà nel 2012 con Enrico Cucchiani Ceo. Poi l'approdo in Merrill Lynch come Country Executive per l'Italia.

Altre Notizie