Giovedi, 22 Febbraio, 2018

Dopo il vaccino per la meningite

Dopo il vaccino per la meningite Dopo il vaccino per la meningite
Machelli Zaccheo | 17 Settembre, 2016, 09:17

Saranno le indagini a stabilire l'eventuale collegamento tra la morte di un bambino di 18 mesi e il vaccino che gli era stato somministrato. La procura di Caltagirone ha aperto un'inchiesta affidata al sostituto Fabio Salvatore Platania che ha disposto il sequestro della salma del bimbo per effettuare l'autopsia. Gli accertamenti del Nas serviranno a ricostruire le cause della morte: se è legata al vaccino, recentemente somministrato o ad altre cause.

Una vera e propria tragedia è quella che ha avuto luogo in Sicilia, e precisamente a Palagonia ovvero il comune italiano di 16.609 abitanti della città metropolitana di Catania, dove un bambino di soli diciotto mesi è morto tre giorni dopo essersi sottoposto al vaccino contro la meningite. Ha inoltre avviato una segnalazione all'Agenzia italiana del farmaco per ulteriori verifiche ed accertamenti. Di certo, il vaccino era conservato correttamente, lo hanno accertato i carabinieri del Nas. L'autopsia che dovrà stabilire le cause della morte del bimbo sarà effettuata dal medico legale verosimilmente lunedì prossimo nella camera mortuaria del cimitero di Palagonia. Subito dopo la somministrazione del vaccino il bambino non avrebbe dato nessuna reazione immediata da far pensare ad un problema legato alla vaccinazione. Quello contro il meningococco del tipo C, precisa l'esperto, è infatti tra tutti i tipi di vaccini uno dei "maggiormente innocui, dal momento che è derivato semplicemente da una proteina purificata e non da cellule batteriche". Il vaccino antimeningococco C viene raccomandato a un anno di età dei piccoli ma, avverte Rezza, "sarebbe bene fare un richiamo in età adolescenziale, come consiglia anche il nuovo Piano vaccinale".

Altre Notizie