Sabato, 21 Settembre, 2019

Poste Italiane entra in SIA con il 14,85%

Esposti Saturniano | 17 Settembre, 2016, 00:03

Dopo la notizia dell'acquisizione, adesso l'interesse degli investitori si sposta tutto sulla reazione degli investitori sul titolo Poste Italiane.

Cassa Depositi e Prestiti, F2i e Orizzonte Sgr, che complessivamente detengono oltre il 60% di Sia, hanno come obiettivo primario la quotazione della società fornitrice di servizi e infrastrutture per pagamenti e operazioni elettroniche.

Poste Italiane punta a crescere nelle piattaforme digitali e mette la mano sul 14,85% di Sia.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. FSI Investimenti manterrà invece indirettamente il 34,63% della società. L'acquisto di circa il 15% di Sia è stato deliberato dai consigli di amministrazione di Poste Italiane e Cdp, i quali hanno comunicato che il trasferimento si basa su un equity value di Sia pari a 2 miliardi di euro. Consentirà la creazione di valore per entrambe le società coerentemente con i rispettivi business plan e permetterà di proseguire il processo di crescita di SIA intrapreso negli ultimi anni. "Con questa operazione il gruppo prosegue nell'esecuzione del piano presentato ai mercati e dimostra dinamicità sia nella crescita organica che nelle acquisizioni", ha aggiunto Caio.

Poste Italiane acquista Sia - È arrivato l'accordo fra Poste Italiane e Cdp tramite il quale si prevede l'acquisto del 14,85% di Sia. FSIA detiene il 49,5% di SIA, posseduta al 100% da FSI Investimenti, a sua volta controllata da CDP Equity attraverso una quota del 77%. Il perfezionamento dell'operazione è previsto per la fine dell'anno, subordinatamente all'approvazione da parte delle autorità antitrust competenti e di Banca d'Italia.

Altre Notizie