Lunedi, 16 Settembre, 2019

Confindustria lima le stime del Pil: 'L'Italia è ferma'

Economia					Confindustria Italia ha perso 15 anni di crescita Economia Confindustria Italia ha perso 15 anni di crescita
Esposti Saturniano | 16 Settembre, 2016, 16:29

Se a questo si aggiunge un tasso d'inflazione pressoché pari a zero, di gran lunga inferiore al +1% stimato dall'esecutivo ad aprile, ne deriverà una crescita nominale (crescita reale più inflazione) del +0,7%: meno di un terzo delle ottimistiche previsioni primaverili di Renzi e Padoan (2,2%).

Confidustria rivede al ribasso le stime sul Pil: nel 2016 è visto al +0,7% (era +0,8%) e nel 2017 al +0,5% (era +0,6%). Il Centro Studi Confindustria ha svelato i lati oscuri della politica economica del governo, i record che il presidente del Consiglio nasconde: aumento di deficit e debito. Così il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan alla presentazione delle nuove stime di Confindustria.

Resta il fatto che la crescita italiana è lenta, troppo lenta.

Confindustria: in Italia bassa crescita da quindici anni.

Vediamo nel dettaglio le previsioni del Centro Studi di Confindustria.

Per il 2017, inoltre, c'è l'aggiunta della considerazione che la crescita, sebbene comunque del tutto insoddisfacente, "non è scontata e va conquistata".

Gli analisti di Confindustria per quest'anno prevedono un progresso del Pil al +0,7% e al +0,5% per il 2017, contro il +1,2% e +1,4% contenuti nel Def che verranno ridotti nell'aggiornamento al 0,9 e 1,1-1,2%. La stima del Csc", ha aggiunto Padoan, "si basa su ipotesi di policy di quadro programmatico che sono diverse da quelle che il governo intende proporre e non per ragioni di polemica.

Mentre tutta Europa è cresciuta, negli ultimi 15 anni l'Italia è rimasta piatta. Tra 2000 e 2015 il Pil è aumentato in Spagna del 23,5%, Francia +18,5%, Germania +18,2%.

Confindustria avverte: l'Italia non cresce.

Il quotidiano mette in evidenza che le cifre indicate riassumono gli effetti delle tensioni geopolitiche, di fattori fonte di insicurezza, come la Brexit, e della stagnazione secolare, illustrando un andamento dell'economia italiana che presenta una debolezza superiore all'atteso.

Altre Notizie