Lunedi, 17 Giugno, 2019

Confcommercio: in 10 anni triplicati i poveri, è boom al Nord

Confcommercio: in 10 anni triplicati i poveri, è boom al Nord Confcommercio: in 10 anni triplicati i poveri, è boom al Nord
Esposti Saturniano | 15 Settembre, 2016, 01:12

Lo dimostra un'analisi dell'Ufficio Studi Confcommercio su consumi, spese obbligate ed evoluzione della povertà, presentata nel corso di una conferenza stampa organizzata a Roma nella sede confederale. Rispetto al 2006, le famiglie povere sono raddoppiate (+793.000), mentre le persone assolutamente povere (quelle che non riescono ad acquistare un paniere di beni e servizi di sussistenza) sono aumentate del 177%, passando da 1,66 mln a 4,6 mln ossia il numero più elevato mai registrato. In particolare, i poveri sono più che triplicati al Nord, raggiungendo oltre 1,8 milioni, un livello neppure lontanamente registrato in passato. Nella parte settentrionale del paese, infatti, i poveri sono aumentati di circa 300mila unità in un anno, nel solo 2015.

Si evolvono i consumi delle famiglie italiane, cresciuti dello 0,7% nei primi sette mesi dell'anno, stando ai dati di oggi di Confcommercio, che vede positiva anche con riguardo alla seconda metà dell'anno. Al Sud nel 2014 la povertà si era ridotta ma nel 2015 è tornata nuovamente a crescere e quasi il 45% dei cittadini meridionali vive in condizioni di povertà.

"Negli ultimi 10 anni", ha commentato il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, "sono quasi raddoppiate le persone in povertà assoluta e questo è l'ennesima conferma che la nostra economia sconta tutto il peso di molti difetti strutturali, di burocrazia, legalità e logistica e di una eccessiva pressione fiscale che nonostante la politica distensiva del Governo continua a frenare consumi e investimenti". "Se vogliamo trasformare la debole ripresa in una crescita diffusa e robusta per i prossimi anni dobbiamo rilanciare la domanda interna", ha concluso.

Altre Notizie