Domenica, 16 Giugno, 2019

14 settembre 2016 | Istat conferma stime, agosto in deflazione: -0,1% su anno

Istat conferma agosto in deflazione Istat conferma agosto in deflazione
Esposti Saturniano | 15 Settembre, 2016, 01:04

Al netto di questi beni l'inflazione e' positiva e pari a +0,6% come nel mese precedente.

Secondo quanto indicato dall'ISTAT, nel mese di agosto 2016 l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (al lordo dei tabacchi), ha registrato un aumento dello 0,2% su base mensile e una diminuzione dello 0,1% su base annua.

L'inflazione al consumo su base annua segna un calo in negativo dello 0.1%, contro le attese degli analisti per un risultato invariato.

L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, è aumentato dello 0,1% rispetto al mese precedente e diminuito dello 0,1% nei confronti di agosto 2015.

L'indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA) diminuisce dello 0,1% su base sia mensile sia annua (la stima preliminare era pari a zero in entrambi i casi), attenuando la flessione registrata a luglio (-0,2%).

Cresce in particolare il carrello della spesa, con gli aumenti sui beni alimentari. La variazione annuale dell'inflazione, +0,6% ad agosto, e' invariata rispetto a luglio, commenta l'ufficio di statistica britannico Ons. 0,3 0,9 Bevande alcoliche, tabacco inv 2,0 Abbigliamento, calzature inv 0,4 Abitaz., acqua, elettr., combust. inv -2,0 Mobili, articoli e domestici inv 0,4 Servizi sanitari inv 0,3 Trasporti 0,8 -2,3 Comunicazioni inv -0,4 Ricreazione, spettacoli, cultura 0,7 0,8 Istruzione inv 1,2 Alberghi, ristoranti, bar -0,1 0,9 Altri beni e servizi inv 0,4 Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano.

Fanno eccezione alcuni centri, con le grandi città, tra cui Firenze, fuori dalla deflazione in agosto e dunque con prezzi in aumento. I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto non variano in termini congiunturali e registrano, in termini annui, un aumento pari a +0,1% (era -0,1% a luglio). Le diminuzioni tendenziali maggiori si registrano a Reggio Calabria (-0,3%) e a Ravenna (-0,1%).

Altre Notizie