Sabato, 24 Agosto, 2019

Equitalia addio: la Lombardia cancella le cartelle esattoriali

Roberto Maroni Roberto Maroni
Esposti Saturniano | 14 Settembre, 2016, 20:40

"In Lombardia il cittadino viene prima della riscossione del tributo". Così il governatore Maroni.

"In Lombardia cancelliamo la cartella esattoriale e la sostituiamo con l'avviso bonario", ha esordito Maroni, spiegando le novità in diretta tv. Con il nuovo sistema "si avvisano i cittadini che non hanno pagato un tributo: se il motivo è perché non possono a causa di problemi, la Regione, che ha tutto l'interesse a incassare quanto le è dovuto, sarà disposta ad andare loro incontro, tramite la rateizzazione o altre formule". La Lombardia è la prima regione a "secedere" dalla società di riscossione dei tributi tristemente nota ai cittadini.

"Nella seduta odierna - ha riferito l'ex segretario della Lega Nord - la Giunta ha approvato la proposta dell'assessore Garavaglia di affidare (a partire dal 15 settembre) la riscossione dei tributi di competenza regionale ad un nuovo concessionario".

"UN FISCO UMANO" - "Voglio un fisco umano, che colpisca gli evasori veri ma abbia comprensione per chi vive delle reali difficolta'", ha ribadito, aggiungendo che il nuovo sistema scelto dalla Lombardia avrà anche altri vantaggi: "Il primo è una riduzione dell'aggio, cioé quanto la Regione paga al concessionario". Prima era l'8 per cento ora è il 5,9.

"Ciò significa riduzione dei costi per la Regione, riduzione delle spese per i contribuenti e un rapporto con i cittadini e le imprese rispettoso e attento alle esigenze individuali", spiega Maroni.

Altre Notizie