Martedì, 25 Settembre, 2018

Nel secondo trimestre 2016 +439.000 occupati, calano i Neet

Lavoro Istat ’189 mila occupati in più’ e diminuisce il numero degli inattivi Nel secondo trimestre 2016 +439.000 occupati, calano i Neet
Esposti Saturniano | 12 Settembre, 2016, 12:16

Su base annua la crescita complessiva è di 439 mila occupati con una "significativa crescita" degli occupati di 15-34 anni (+223 mila su basa annua).

Il tasso di occupazione sale al 57,3% dal 56,8% del primo trimestre, il tasso di inattività passa dal 35,6% al 35,1%. L'aumento, spiega l'istituto di statistica, riguarda i dipendenti, sia a tempo indeterminato sia a termine, e gli autonomi senza dipendenti mentre continuano a diminuire i collaboratori.

Rispetto ai tre mesi precedenti, il secondo trimestre vede l'occupazione complessiva crescere dello 0,8%, pari a 189 mila unita', con una dinamica positiva che, con diversa intensita', riguarda tutte le tipologie: i dipendenti a tempo indeterminato (+0,3%), quelli a termine (+3,2%) e gli indipendenti (+1,2%).

Nel secondo trimestre il tasso di disoccupazione scende di un decimo di punto all'11,5%, quello dei 15-24enni al 36,9% dal 38,1% di gennaio-marzo. Nel secondo trimestre del 2016 la maggiore partecipazione dei giovani al mercato del lavoro è testimoniata dalla diminuzione tendenziale (-252 mila) della componente delle persone Not in Education, Employment or Training (Neet).

Nel dettaglio, l'incidenza dei Neet è maggiore tra le donne (24,4% contro 20,3% gli uomini), è doppia nel Mezzogiorno in confronto al Nord (31,5% e 15,3%, rispettivamente), è minima tra i 15-19enni (8%) - in gran parte ancora studenti - fino ad arrivare al 31,0% tra i 25-29enni.

"Le ore complessivamente lavorate crescono dello 0,5% sul trimestre precedente e del 2,1% su base annua", precisa Istat.

Altre Notizie