Venerdì, 22 Ottobre, 2021

Il "Paese ritrovato" un villaggio-modello per i malati di Alzheimer

Pronta la costruzione del primo villaggio in Italia per malati di Alzheimer Il "Paese ritrovato" un villaggio-modello per i malati di Alzheimer
Machelli Zaccheo | 10 Settembre, 2016, 15:52

Si chiama "Il paese ritrovato" ed è il primo villaggio in Italia dedicato alla cura di persone affette da demenza senile e sindrome di Alzheimer. Un vero e proprio borgo di 14mila metri quadrati, quello che sorgerà alle spalle della residenza sanitaria San Pietro (lungo il viale che porta alla villa Reale). L'obiettivo è di non lasciare sole le famiglie dei malati di Alzheimer e superare il vecchio concetto di casa di cura, un'idea che ha convinto i membri del Consiglio comunale di Monza, che hanno dato il via libera alla costruzione, con un investimento di 8 milioni di cui sei e mezzo sono stati finanziati dalla Fondazioni Cariplo e dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza. E tutti i negozianti dalla parrucchiera al barista saranno personale socio-assistenziale formato per rapportarsi con i pazienti.

Sarà un "paese" in tutto e per tutto, avrà spazi esterni di aggregazione, una piazza centrale, locali pubblici come bar, minimarket, parrucchiere, luoghi destinati al culto e un'area per le feste. "La persona con demenza ha bisogno di muoversi liberamente, di dar sfogo alla propria energia fisica, che si traduce in un desiderio disperato di vivere la quotidianità e di lottare contro la malattia, che è principalmente mentale" ha spiegato invece Roberto Mauri a proposito di questo metodo rivoluzionario e innovativo per la cura dell'Alzheimer: secondo alcune stime, infatti, la malattia sta progredendo così velocemente che viene scoperto un caso nuovo ogni 4 secondi, fattore che porterà un altissimo incremento di spese per la sanità.

Le persone potranno uscire di casa, andare dal parrucchiere, entrare in chiesa, passare al minimarket o ritirare i "soldi" - che saranno dei fac-simile - in banca, per potersi sentire padroni della loro vita.

Si tratta dunque di un nuovo modello di cure di assistenza già sperimentata in Olanda e che questa volta partirà da Monza e sarà monitorato a livello scientifico dal CNR Politecnico di Milano e la Fondazione Golgi Cenci per poter essere replicato anche in altri paesi. All'interno della struttura circoleranno solo banconote fac simile. Le analisi del modello olandese hanno evidenziato i benefici ottenuti dagli ospiti del Villaggio: meno stress, meno uso dei farmaci, più serenità anche per i familiari dei pazienti.

Altre Notizie