Domenica, 21 Luglio, 2019

De Dominicis indagato per abuso d'ufficio: "Io vittima di un complotto"

A Roma arriva la svolta di Grillo sulla giunta Raggi intanto mini-direttorio azzerato De Dominicis indagato per abuso d'ufficio: "Io vittima di un complotto"
Acerboni Ferdinando | 09 Settembre, 2016, 20:05

Altri articoli che parlano di. Lo dice in un'intervista a 'La Repubblica' Raffaele De Dominicis, ex procuratore regionale della Corte dei Conti del Lazio, nominato assessore al Bilancio della giunta Raggi e durato in carica pochi giorni. "Siamo già al lavoro per individuare una nuova figura che possa dare un contributo al programma della giunta su Roma". "E' un complotto. Sono vittima di un'ingiustizia grave e senza precedenti". Alle 11 è convocata la commissione capitolina Trasparenza, su richiesta di Fabrizio Ghera di Fdi-An, per analizzare il curriculum dell'assessore Muraro, le possibili incompatibilità e le responsabilità del Campidoglio a riguardo. La denuncia è partita da uno dei suoi ex sostituti procuratori contabili, Guido Patti, che lo avrebbe accusato di essersi rifiutato di firmare l'appello su una sentenza di assoluzione di primo grado.

A un cittadino che le chiedeva di non mollare, ha risposto sorridendo e sottovoce, apparendo un po' stanca, "Non mollo". Alla domanda se dal Campidoglio gli sia stato chiesto il certificato dei carichi pendenti, De Dominicis replica così: "Quando mi hanno chiamato domenica, mi hanno chiesto anche di mandare quel documento".

Forse semplicemente De Dominicis si è tirato indietro. Altro punto incassato dal leader: il no definitivo all'Olimpiade. Detto fatto. Almeno questo. Nei serotini tepori costieri pareva inevitabile dirottare il contestato Marra dal ruolo di vice capo di gabinetto alle sponde più tranquille del Commercio. Nel post si chiede se Roma, che "non si e' ancora ripresa dai mondiali di Nuoto del 2009 (con un deficit di 9 milioni di euro), che ha lasciato debiti e macerie ancora tutte da smaltire, dopo l'inchiesta dei magistrati sui 'grandi eventi' e le 'cricche degli appalti'" ha "veramente bisogno delle Olimpiadi". L'obiettivo principale, al momento, resta il supporto a Virginia Raggi, in una fase delicata come quella che sta affrontando a Roma. Oltre ai provvedimenti all'ordine del giorno, tra i quali dovrebbe esserci la discussione di una delibera riguardante Atac, la sindaca dovrebbe informare i suoi assessori sugli ultimi sviluppi relativi alla squadra di governo, e in particolare alla mancata nomina di De Dominicis. Il sindaco non avrà giustamente paura, come ribadito ieri mattina. I primi cento giorni Raggi rischiano di essere un flop stellare.

Altre Notizie