Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Viola lascia la guida del Monte Paschi di Siena

Mps Viola lascia la guida della banca Il cda il nuovo amministratore delegato verrà scelto in tempi brevi
Esposti Saturniano | 09 Settembre, 2016, 09:05

Fabrizio Viola lascia la guida di Mps dopo quattro anni e mezzo e scatta subito il toto-nomine per il successore.

Il board di ieri, che avrebbe dovuto essere una riunione di passaggio per modificare leggermente alcuni aspetti del piano industriale e fare il punto sui portafogli di sofferenze da mettere in vendita, ha determinato un vero e proprio ribaltone. L'istituto toscano ha diffuso nella serata di oggi, giovedì 8 settembre, una nota in cui informa i mercati della decisione presa dal CdA e dall'amministratore delegato Fabrizio Viola di dare il via ad un "avvicendamento al vertice della Banca". Il CdA di MPS ha ufficialmente ringraziato Viola per il lavoro svolto, ma nel contempo ha annunciato di voler arrivare in tempi molto brevi alla nomina del nuovo vertice.

Fabrizio Viola lascia l'incarico di amministratore delegato di Monte dei Paschi di Siena. In effetti sotto la gestione Viola la banca è tornata redditizia, con un utile netto di oltre 300 milioni alla fine del primo semestre. Viola "manterrà le funzioni" fino all'individuazione del suo sostituto.

In lizza, secondo le fonti interpellate, altri due top manager bancari italiani: tra questi non figura quello di Corrado Passera, che nei mesi scorsi aveva presentato insieme a Ubs un piano di salvataggio per Mps alternativo a quello poi adottato. Morelli è l'attuale ad di Bofa Merrill Lynch in Italia ed è già stato vice direttore generale del Monte dei Paschi dal 2006 al 2010. Il Tesoro è azionista della banca con circa il 4%. Non è noto quanta parte sarà di aumento di capitale, quanto andrà all'"anchor investor", il grande investitore che potrebbe intervenire nella partita.

Altre Notizie