Lunedi, 17 Giugno, 2019

Povertà, da 80 a 400 euro: in arrivo contributi per le famiglie

Povertà, da 80 a 400 euro: in arrivo contributi per le famiglie Povertà, da 80 a 400 euro: in arrivo contributi per le famiglie
Esposti Saturniano | 09 Settembre, 2016, 04:27

Tale sussidio permette di aiutare le famiglie in condizioni di povertà (Legge n. 208/2015 art 1, comma 387). L'Unione Rubicone e Mare attiva il Sia, lo strumento varato e completamente finanziato dal Governo, per il "Sostegno per l'inclusione attiva", che ha l'obiettivo di contrastare la povertà e favorire l'inclusione sociale (decreto interministeriale del 26 maggio scorso).

Il richiedente deve risultare cittadino italiano o comunitario, oppure cittadino straniero in possesso di permesso di soggiorno Ce per soggiornanti di lungo periodo o titolare di protezione internazionale residenti nel territorio dell'Unione europea e in Italia da almeno due anni.

- presenza di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l'unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica). Il SIA, finanziato a livello nazionale con un fondo statale di 750 milioni di euro, darà alle famiglie che ne hanno i requisiti un contributo economico mensile spendibile attraverso una Carta di pagamento elettronica in tutti i supermercati, gli alimentari, le farmacie e le parafarmacie abilitati al circuito Mastercard.

- il valore complessivo di altri trattamenti economici eventualmente percepiti, di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale, deve essere inferiore a euro 600 mensili.

Inoltre chi procede con la domanda deve essere consapevole di non avere un veicolo di cilindrata 1300 cc o motoveicoli di 250 cc immatricolata nei tre anni precedenti alla domanda. In particolare, il progetto di inclusione attiva coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e bambini e le attività previste possono riguardare i contatti con i servizi, la ricerca attiva di lavoro, l'adesione a progetti di formazione, ma anche frequenza e impegno scolastico. Per noi un ulteriore tassello che va ad aggiungersi a numerose misure in essere, che fanno di Milano il Comune d'Italia che mobilita più risorse sotto forma di contributi, aiuti o buoni spesa.

Il progetto è predisposto dai Servizi Sociali comunali in sinergia con i servizi per l'impiego, i servizi sanitari, le scuole e con soggetti privati attivi nell'ambito degli interventi di contrasto alla povertà.

Altre Notizie