Giovedi, 17 Ottobre, 2019

MPS: l'Ad Fabrizio Viola lascia l'istituto, al via la caccia al successore

Fabrizio Viola ad Mps Fabrizio Viola
Esposti Saturniano | 08 Settembre, 2016, 20:55

Viola manterrà le proprie funzioni fino alla nomina del suo successore, assicurando il proprio supporto per il tempo necessario. Consiglio che, afferma la banca in un comunicato, "ha avviato il processo per la successione dell'amministratore delegato con l'obiettivo di arrivare in tempi molto brevi al suo insediamento".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Poi c'è la nuova inchiesta che vede indagati per falso in bilancio e manipolazione di mercato sia Fabrizio Viola che Alessandro Profumo, 'solo un atto dovuto'. L'istituto toscano ha diffuso nella serata di oggi, giovedì 8 settembre, una nota in cui informa i mercati della decisione presa dal CdA e dall'amministratore delegato Fabrizio Viola di dare il via ad un "avvicendamento al vertice della Banca".

Il comunicato continua ricorda gli oltre 4 anni passati da Viola sulla tolda di Mps, dove arrivò nel gennaio 2012:"Fabrizio Viola, chiamato alla guida della banca in un momento di estrema difficoltà per l'istituto, lascia la banca solida e in utile, con un piano, presentato al mercato lo scorso 29 luglio, che comprende una soluzione strutturale e definitiva per gli Npl (i crediti in sofferenza, ndr)". "Morelli, che dal 2006 al 2010 è stato vice direttore generale di Mps, sarebbe gradito a Giuseppe Guzzetti, presidente dell" Acri, l" associazione delle fondazioni, che hanno investito mezzo miliardo di euro nel Fondo Atlante. Sulla scelta del successore è al lavoro il presidente di Mps, Massimo Tononi.

Altre Notizie