Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Borse europee contrastate in chiusura dopo Bce

Esposti Saturniano | 08 Settembre, 2016, 20:51

Brillante Monte dei Paschi (+3,6%), nel giorno del cda, grazie alla migliore raccomandazione di Morgan Stanley (che ha tolto il consiglio a 'sottopesare' l'esposizione). In controtendenza B.P.Milano (-1,40%).

Tra le blue chips in spolvero Bper (+3,37%), Leonardo (+3,37%) e Recordati (+3,26%). Gli operatori si aspettavano infatti che gia' nell'incontro odierno il governatore della Banca centrale europea Mario Draghi entrasse nel vivo sul potenziamento degli acquisti di asset oltre l'attuale scadenza di marzo 2017. Nella mattinata borse concentrate sul valore delle buste paga del settore non agricolo francese, a seguire la BCE comunicherà il tasso sui depositi e la variazione del tasso d'interesse dell'eurozona, su quest'ultimo non sono previste variazioni. Parimenti positivi gli altri listini meneghini, con le All Share a +1.33% e il listino delle Mid Cap a + 0.87%. Quota che potrebbe valere almeno 5 miliardi di euro. Il dato è nettamente inferiore alle attese degli analisti, che avevano previsto un aumento dello 0,1%. Contrastati i bancari, con il Banco Popolare e la Popolare di Milano in antitesi, (rispettivamente a +1.11% e a -1.4%) nonostante le voci di una possibile fusione tra i due istituti continuano a rincorrersi senza soluzione di continuità. Lo spread fra Btp decennali e Bund tedeschi è terminato stabile a 120. Non hanno invece influenzato i mercati i dati macroeconomici: in particolare, la produzione industriale in Germania a luglio ha accusato una battuta d'arresto, con un calo dell'1,5% su base mensile.

Altre Notizie