Lunedi, 27 Gennaio, 2020

F1 Gp Monza 2016: resoconto Ferrari di Vettel e Raikkonen

Canadian Grand Prix Montreal 09- 12 June 2016 F1 Gp Monza 2016: resoconto Ferrari di Vettel e Raikkonen
Cacciopini Corbiniano | 07 Settembre, 2016, 12:12

Nico Rosberg ribadisce di non essere ossessionato dalla rincorsa al Mondiale anche dopo la vittoria a Monza, che lo ha riportato a -2 dal compagno di squadra Hamilton. L'orgoglio della Ferrari, che piazza Sebastian Vettel sul podio e Kimi Raikkonen subito alle sue spalle. L'illusione di strappare dalla gara di Monza qualcosina di più all'inizio c'è stata, perché dopo la partenza Vettel e Raikkonen sono riusciti a scavalcare Hamilton.

GRAZIE A FORZE DELL'ORDINE, MOMENTO PARTICOLARE PER SICUREZZA - "Un altro ringraziamento particolare va alle Forze dell'Ordine che in un momento cosi delicato hanno assicurato la sicurezza dei tifosi e degli addetti presenti in Autodromo" ha concluso il Vicepresidente. Il risultato è stato netto. La corsa delle rosse di Maranello non ha annullato i superpoteri delle Frecce d'Argento (con una o l'altra vincono per la tredicesima volta in stagione su quattordici gare!) ma in casa hanno confermato i segnali di risveglio attesi dai tifosi. "È stata comunque una bellissima giornata per Ferrari". Dobbiamo cercare di migliorare ancora in futuro.

Sesto alla prima curva, l'inglese ha compiuto un'altra rimonta dopo quella di Spa, con un pit stop (per cambiare le gomme soft con le medie), a differenza delle Ferrari (due soste, "la strategia più veloce", ha chiarito il team principal Maurizio Arrivabene). "Anche nelle qualifiche sono andato forte, ma quando Hamilton è in giornata è difficile batterlo".

Capitolo Red Bull. Non c'è dubbio come Monza fosse una pista particolarmente ostica per la scuderia di Milton Keynes, eppure alla fine, pur non disputando una gara a contatto con i primi, risce comunque a portare a casa un quinto posto con Daniel Ricciardo e un settimo con Max Verstappen (autore di una partenza non proprio esaltante al via, ma autore comunque di una buona gara). Rosberg però era ormai lontano, a circa quindici secondi di distacco grazie a quell'errore in partenza, seguito anche da un bloccaggio in frenata con conseguente lungo alla prima variante nella seconda parte di gara e così Lewis si è dovuto accontentare del secondo posto. "Credo che Ferrari e Red Bull abbiano ancora parecchi compiti a casa da fare" - ha infine aggiunto Berger - "Su questa pista dove il motore svolge un ruolo importante la Renault ha dimostrato di essere ancora molto lontano".

Altre Notizie