Venerdì, 25 Mag, 2018

Il monito di Mattarella alla UE. Terrorismo e disoccupazione si vincono insieme

Imagoeconomica Imagoeconomica
Acerboni Ferdinando | 06 Settembre, 2016, 23:24

Il ministro promuove l'invito ad andare a votare e ricorda l'insegnamento dei nonni contadini che l'hanno "abituata che la domenica ci si veste bene e si va a votare, per rispetto di quel che si va a fare". L'Italia prosegue una lunga marcia: il 2016 si chiuderà meglio del 2015, che si è chiuso meglio del 2014, che si era chiuso meglio del 2013, che si era chiuso meglio del 2012.

Al Forum Ambrosetti di Cernobbio - riferisce l'Huffington - c'è maretta tra gli industriali e il presidente del consiglio Renzi. Il premier ha messo il tema banche in cima all'elenco delle "cose negative" dell'ultimo anno, ma questa volta è stato perentorio: adesso "devono aggregarsi". "Abbiamo più poltrone e filiali che non nel resto del mondo".

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, a proposito dell'aumento di capitale di Monte dei Paschi ha detto che niente è stato ancora deciso.

"In Italia c'è un'unica parola d'ordine, abbassamento delle tasse". "Non solamente dai politici, ma anche dall'accademia, dal giornalismo e dall'imprenditoria". Senza dimenticare di aggiungere il primo vero responsabile di un episodio che ha mandato sul lastrico migliaia di risparmiatori, privati dei risparmi di una vita e ancora in attesa di essere risarciti: il (suo) governo. "Se vincerà il sì, e ne sono molto convinto, ci sarà una semplificazione che non tocca nessuno dei pesi e contrappesi pure ampiamente toccati da riforme precedenti, poi non approvate". Lo scrive il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al forum Ambrosetti, spiegando che hanno un ruolo decisivo la crescita e "l'incremento delle possibilità di lavoro". Se gli stati membri dell'Unione Europea non saranno in grado di perseguire opzioni alte, sarà sempre più probabile assistere alla dissipazione di quanto faticosamente costruito in oltre mezzo secolo di lavoro insieme e registrare nuovi ripiegamenti su se stessi, alla ricerca di soluzioni attraverso miopi e presunti recuperi di sovranità nazionale.

Altre Notizie