Lunedi, 26 Agosto, 2019

Università, test ammissione a medicina

In 63mila ai test per Medicina ed Odontoiatria contro i circa 10 mila posti disponibili Università, test ammissione a medicina
Machelli Zaccheo | 06 Settembre, 2016, 13:06

Inizio dei test alle 11: segui la diretta su Blitz.

In 62.695 hanno fatto domanda per la prova di ammissione (erano 60.639 nel 2015). Solo 1 su 6, però, ce la farà. La prova, che si svolgerà alla Fortezza da Basso, consisterà nella soluzione di sessanta quesiti a risposta multipla su temi di cultura generale, ragionamento logico, biologia, chimica, fisica e matematica. A Palermo, sono 2262 gli studenti candidati ai test per 293 posti disponibili.

Il punteggio massimo è comunque fissato a 90 punti.

Quando e dove si terranno i test?

Il 20 settembre CINECA sul sito MIUR http:accessoprogrammato.miur.it pubblica i risultati in forma anonima; il 29 settembre sul sito www.universitaly i candidati possono visionare il proprio elaborato e il 4 ottobre sono pubblicati i risultati finali sul sito www.universitaly.ite si può procedere all'immatricolazione. L'anno scorso per questi "scorrimenti" restarono vuoti mille posti circa. Molti vorrebbero il modello francese: accesso libero al primo anno, test per passare al secondo. Ma e'anche vero che le universita' non hanno le strutture per accogliere tutti. Gli iscritti totali sono 3.273.

C'è chi è in ansia e ripassa fino all'ultimo. "Il numero chiuso e'sbagliato - spiega una candidata poco prima di entrare in aula - chi avrebbe capacita' rischi di rimanere fuori". Davanti ad una drammatica riduzione degli studenti che si iscrivono all'università, il Ministero risponde nel peggiore dei modi. I posti di Odontoiatria sono invece 25 in tutto. I test proseguiranno i prossimi giorni con Medicina veterinaria (7 settembre) e Architettura (8 settembre), per chiudere il 13 e 14 con Professioni Sanitarie e Medicina e Chirurgia in lingua inglese.

Per Gianmarco Manfreda, coordinatore nazionale della Rete degli Studenti Medi é importante investire nell'orientamento dei ragazzi.

Da sempre è considerata la prova più impegnativa.

Anche quest'anno non mancheranno le proteste degli studenti contro il sistema d'accesso a numero chiuso.

Altre Notizie