Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Pop Vicenza: semestre rosso per 795 mln

Bpvi nel primo semestre riduce la perdita a 795,3 milioni Pop Vicenza: semestre rosso per 795 mln
Esposti Saturniano | 05 Settembre, 2016, 22:51

MILANO La Banca Popolare di Vicenza ha chiuso il primo semestre dell'anno con una perdita di 795 milioni di euro.

Escludendo questi effetti "il risultato è pari a circa -85 milioni, principalmente dovuto a una riduzione dei ricavi 'core' (margine d'interesse e commissioni nette), che hanno risentito degli impatti reputazionali che hanno colpito il gruppo a partire dalla seconda parte del 2015 e che hanno comportato la diminuzione delle masse intermediate e un innalzamento del costo della raccolta". La copertura delle sofferenze (inclusi gli stralci) sale al 61,4%, valore allineato alla media dei principali gruppi bancari italiani.

Al 30 giugno il CET 1 si posiziona al 10,75%, sopra il coefficiente minimo del 10,25% fissato dalla Bce, rispetto al 6,65% di fine 2015 grazie all'intervento del Fondo Atlante. La riserva di patrimonio netto che la banca ha qualificato come indisponibile ammonta al 30 giugno 2016 a 256,2 milioni, a fronte dei 304,4 milioni a fine dicembre. La raccolta diretta si attesta a 20.029 milioni (-8,7% ). Il travaglio della Banca Popolare di Vicenza non conosce fine e il suo futuro è ancora tutto da scrivere in una revisione del piano industriale che guarda anche a "una stretta collaborazione" con Veneto Banca. Il nuovo piano avrà come linee guida di sviluppo il recupero dell'efficienza operativa, la riduzione del rischio di credito, la ripresa dell'attività commerciale e il ripristino del rapporto di fiducia col territorio. Sul risultato, si legge in una nota, ha pesato l'incremento dei livelli di copertura dei crediti, gli effetti connessi al "contestato recesso" di Cattolica dalla bancassicurazione e i presidi economici adottato a fronte dei "litigation risk" connesso alla vendita delle azioni della Bpvi.

Altre Notizie