Domenica, 15 Settembre, 2019

Milano: inneggia al Duce, bufera su assessore del 5 Municipio

Milano inneggia al Duce bufera su assessore del 5 Municipio Milano: inneggia al Duce, bufera su assessore del 5 Municipio
Acerboni Ferdinando | 02 Settembre, 2016, 17:55

La Di Vaia, eletta tra le fila di Forza Italia, aveva postato un commento sulla ricostruzione dopo il terremoto che ha devastato il Centro Italia, inneggiando a quanto fatto da Mussolini nel Vulture e concludendo il post con "Viva il Duce". Poi c'è Rosa Di Vaia, assessore, eletta nelle liste di centrodestra per Forza Italia, responsabile della Cultura al Municipio 5 del comune di Milano, che ha alzato un polverone per aver confrontato i lavori post terremoto odierni con quelli fatti da Mussolini all'epoca, con tanto di "Viva il Duce".

Affermazioni che hanno subito provocato veementi reazioni. "Riteniamo le affermazioni dell'assessore alla cultura del Municipio 5, Rosa Di Vaia, del tutto incompatibili con l'esercizio del suo ruolo istituzionale". "Mi domando quante ore dovremo aspettare ancora prima che il Presidente di quel Municipio, restituisca la Sig.ra Rosa di Vaio alla sua precedente occupazione", scrive sullo stesso social network il deputato pd Emanuele Fiano, dando il via a una pioggia di commenti sdegnati e richieste di dimissioni. "Allo stato confermo la fiducia come assessore ma chiederò ragione di questo post". L'assessore Del Corno si è rivolto anche all'ex candidato sindaco del centrodestra e consigliere comunale Stefano Parisi, "a cui avevamo in campagna elettorale segnalato le rischiose infiltrazioni fasciste presenti nelle liste a sostegno della sua candidatura, di intervenire in merito a questa dichiarazione di una componente delle giunte municipali di centrodestra che a lui fanno riferimento".

L'interessata, invece, ha cercato di difendersi - in un altro post - spiegando di essere stata fraintesa: "Voleva essere un paragone su come alcune cose fossero gestite meglio di oggi anche in tempi bui per la nostra Democrazia, ma l'inesperienza nel campo della comunicazione mi ha fatto prestare poca attenzione a come e cosa pubblicavo".

Travolta dalle polemiche ha dovuto cancellare il post con il quale inneggiava al Duce.

Altre Notizie