Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Mps: Viola e Profumo, chiesta archiviazione dopo indagine per falso in bilancio

Mps,chiesta archivazione per ad Viola ed ex presidente Profumo Mps: Viola e Profumo, chiesta archiviazione dopo indagine per falso in bilancio
Evangelisti Maggiorino | 02 Settembre, 2016, 10:37

Il fascicolo su Viola e Profumo era stato inviato a luglio a Milano dalla procura di Siena per competenza territoriale. I due manager erano stati iscritti nel registro degli indagati dai pm di Siena come "atto dovuto" dopo l'esposto presentato in assemblea da un azionista che aveva denunciato in particolare la non corretta rappresentazione contabile dei derivati Santoroni e Alexandria nei bilanci 2012, 2013 e 2014 approvati, appunto, sotto la nuova gestione targata Profumo e Viola.

Inoltre "l'attività istruttoria ha evidenziato che tutti i soggetti di vigilanza interessati erano stati portati a conoscenza della natura" dei Cds. Entrambi i contratti sono poi stati chiusi con transazioni dirette con le controparti. Ma per i pm milanesi, Viola e Profumo, che si sono trovati una 'difficile´ eredità, visti il restatement del bilancio di Mps da loro effettuato e la discovery dei vari 'trucchi´ che sarebbero stati adottati da chi li ha preceduti per abbellirlo e nascondere le perdite, hanno agito senza alcun dolo.

A questo punto, è anche lecito ritenere che, effettivamente, tale archiviazione da record potrà agevolare il futuro dell'istituto di credito e le capacità di manovra del suo attuale amministratore delegato, impegnato a condurre in porto il terzo aumento di capitale nel corso degli ultimi tre anni, dopo aver già esaurito la spinta dei primi due (per 8 miliardi di euro).

Continueremo a seguire la vicenda, evidentemente rilevante non solamente per il destino dell'istituto di credito toscano quanto per l'intero sistema bancario italiano, anche nel corso dei prossimi giorni.

Altre Notizie