Sabato, 20 Luglio, 2019

Mps valuta conversione bond subordinati per ridurre aumento capitale - fonti

Mps operazione verit Mps valuta conversione bond subordinati per ridurre aumento capitale - fonti
Esposti Saturniano | 01 Settembre, 2016, 21:53

L'aumento di capitale di Monte dei Paschi può scendere da cinque a tre miliardi di euro, con la conversione di bond subordinati per tre miliardi di euro.

Difficile tuttavia ipotizzare al momento quanti investitori sarebbero disposti a trasformare i loro bond, sia pure subordinati e dunque a forte rischio di perdita di valore qualora la crisi di Mps perdurasse, in azioni, una classe di asset ulteriormente più rischiosa. Anche se una quantificazione è allo stato impossibile, poiché dipenderà dalle adesioni dei bondholders al piano di conversione a cui sta lavorando Montepaschi. Per la fine della prossima settimana è invece attesa la valutazione definitiva delle sofferenze da cedere, che è condotta da Fonspa e Italfondiario. È stata la prima volta dopo la pausa estiva e dopo che il presidente Massimo Tononi venerdì scorso ha confermato la fiducia a Viola in seguito alle voci che lo vedevano in tempi brevi sostituito con un altro capo-azienda per affrontare il terzo aumento di capitale in tre anni: un aumento che peraltro cade a cavallo del referendum costituzionale di fine autunno, cui gli investitori guardano con preoccupazione per l'incertezza che un eventuale vittoria del "No" potrebbe provocare in Italia. La riunione decisiva del board per l'approvazione finale del piano industriale della "good bank Mps" è prevista per il 26-27 settembre. La conversione dovrebbe procedere in parallelo all'operazione di aumento di capitale da 5 miliardi da realizzare a novembre. Come detto, non è possibile ancora valutare l'impatto della conversione volontaria dei bond sull'aumento di capitale: è però certo che la totale ripulitura del portafoglio crediti è la condizione imprescindibile posta dal consorzio di garanzia della ricapitalizzazione fino a 5 miliardi.

Altre Notizie