Martedì, 16 Luglio, 2019

Brasile: impeachment Dilma, tafferugli manifestanti-polizia

Brasile: impeachment Dilma, tafferugli manifestanti-polizia Brasile: impeachment Dilma, tafferugli manifestanti-polizia
Evangelisti Maggiorino | 30 Agosto, 2016, 18:17

"Tutti sanno che l'impeachment è stato aperto dall'allora presidente della Camera, Eduardo Cunha, come ricatto politico nei miei confronti affinché non sostenessi il procedimento per corruzione aperto nei suoi confronti". Le accuse contro di me sono ingiuste, non ho mai rubato, non ho case o conti all'estero, non ho mai commesso atti contrari al popolo che mi ha eletto.

Una manifestazione a favore della presidente sospesa del Brasile Dilma Rousseff ha bloccato diverse parti della Marginal Tietê, una delle principali via e di accesso alla città brasiliana di San Paolo, dove già ieri si erano tenute proteste culminate con l'intervento della polizia. "Siamo a un passo da una grave rottura istituzionale, dalla concretizzazione di un autentico colpo di Stato", ha esclamato con un tono combattivo. "Le accuse contro di me" ha continuata la Rousseff "sono un pretesto per un golpe costituzionale, si invoca ipocritamente la costituzione per legittimare un nuovo governo che non ha legittimazione popolare". Nel corso della sua autodifesa di una trentina di minuti la 68enne Lady di ferro brasiliana, dopo avere ripetuto di non avere commesso alcun crimine, ha ammonito i senatori che votare per il suo impeachment disegnerebbe lo scenario di un vero e proprio colpo di Stato. Con me viene condannata a morte anche la democrazia, per la quale molti di noi qui dentro abbiamo lottato. "Non votate l'impeachment, fate giustizia, votate senza risentimento!".

Altre Notizie