Lunedi, 11 Novembre, 2019

Terremoto, la commovente lettera del soccorritore alla bimba morta

Terremoto, la commovente lettera del soccorritore alla bimba morta Terremoto, la commovente lettera del soccorritore alla bimba morta
Acerboni Ferdinando | 27 Agosto, 2016, 21:04

Sono due sorelline il simbolo del devastante terremoto che ha sferzato il Centro Italia. Tante le storie che ci hanno fatto commuovere in questi tre giorni.

La lettera straziante è stata depositata dal vigile del fuoco sulla bara della piccola. Andrea è uno dei migliaia di soccorritori che si sono lanciati nell'inferno ed hanno salvato più di 200 persone da sotto le macerie dei paesi del reatino e dell'ascolano. I soccorritori infatti dalle macerie hanno estratto il corpicino della sorella di Giulia. "Scusa se siamo arrivati troppo tardi, purtroppo avevi gia smesso di respirare ma voglio che tu sappia da lassu' che abbiamo fatto tutto il possibile per tirarvi fuori di li'".

"Ciao piccola, scusa se siamo arrivati tardi".

E' la lettera che un vigile del fuoco ha scritto e lasciato sulla bara di Giulia, un messaggio alla piccola morta a Pescara del Tronto, insieme ad Amatrice il comune più colpito dal sisma del 24 agosto. Ciao Giulia, anche se non mi hai conosciuto. "Quando tornero' a casa mia a l'Aquila - scrive Andrea che si firma con un cuoricino accanto - sapro' che c'e' un angelo che mi guarda dal cielo e di notte sarai una stella luminosa". La mamma di Giulia ha detto addio alla sua piccola in barella, non ha voluto rinunciare a salutarla per l'ultima volta nonostante le sue condizioni di salute.

Altre Notizie