Mercoledì, 18 Settembre, 2019

Terremoto, ritrovata morta anche la coppia di Orvieto

Matteo Gianlorenzi e Barbara Marinelli Matteo Gianlorenzi e Barbara Marinelli
Evangelisti Maggiorino | 27 Agosto, 2016, 14:34

Sono ore di interminabile angoscia per la sorte di Matteo Gainlorenzi e Barbara Marinelli, i due orvietani che risultano ancora scomparsi dopo il terremoto che ha cancellato Amatrice.

Il cordoglio della Marini - Appresa la notizia del ritrovamento dei coniugi Gianlorenzi la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, ha voluto "trasmettere ai genitori e ai familiari di Barbara e Matteo il sentimento di cordoglio mio personale e dell'intera comunità umbra, la vicinanza e l'affetto di tutti i cittadini dell'Umbria per questa tragedia che ha colpito il nostro Paese coinvolgendo anche le vostre famiglie. Abbiamo seguito ora dopo ora le fasi della ricerca". La zia della donna, che vive in un'altra abitazione seriamente danneggiata dal sisma, si trova invece ricoverata all'ospedale de L'Aquila in seguito alle ferite riportate.

Va dunque aumentando il numero di umbri rimasti coinvolti nel sisma del 24 agosto: in precedenza erano già stati ritrovati i corpi senza vita della professoressa narnese Floriana Svizzeretto, 59 anni, direttrice del Museo comunale di Amatrice, e di Marco Santarelli, originario di Castiglion del Lago e figlio dell'attuale questore di Frosinone, in vacanza nel comune laziale insieme a due amici nella casa dei suoi nonni.

Ma Matteo e Barbara ancora non si trovano.

Sono momenti tremendi per i familiari che li stanno cercando.

Matteo Gianlorenzi, quarantenne, da sempre lavora nel mondo del commercio di abbigliamento, dividendosi tra il negozio di abiti per bambini della famiglia in via Filippeschi e il banco di ambulante.

Nel racconto del viaggio della coppia il papà di Matteo, prima di partire per il luogo del terremoto, ha ripercorso gli itinerari: "Andiamo in quell'albergo da anni, lui questa mattina si sarebbe svegliato alle tre per raggiungere una fiera poco distante da Amatrice". La moglie, Barbara Marinelli era insegnate della scuola materna Regina Margherita di piazza Marconi. Lo fa ogni anno. I funerali si svolgeranno domenica 28: la coppia era molto conosciuta in città. "Il mio cordoglio vuol dare voce anche al dolore delle istituzioni pubbliche di tutta la regione e rappresentare la partecipazione al lutto di tutta la comunità regionale".

Altre Notizie