Giovedi, 14 Novembre, 2019

Terremoto centro Italia: sale a 247 il numero di morti accertati

Controlli della Guardia di finanza Terremoto centro Italia: sale a 247 il numero di morti accertati
Evangelisti Maggiorino | 26 Agosto, 2016, 01:14

L'hotel Roma, sbriciolatosi su sé stesso, è la bara di 30, 40 persone: l'approssimazione dà il senso della grande difficoltà anche dei soccorritori nel portare avanti i ritrovamenti dei corpi delle vittime sotto un cumulo così grande di macerie. Questo pensiero a New York un po' ci conforta alla notizia del terribile terremoto che ha colpito l'Italia a distanza di 6 anni da quello devastante dell'Aquila.

Una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 4,3. è stata avvertita poco fa nell'area del cratere del terremoto di ieri in Lazio e Marche. Gli sfollati, tra Marche e Lazio, sono oltre 2000. "In questi giorni c'erano anche molte persone che vivono in città, ma vengono qui in vacanza, alcuni erano ripartiti, ma c'era ancora molta gente". Secondo il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, solo ad Amatrice "al momento il bilancio è di oltre 190 vittime". Il premier prima di partecipare ad una riunione operativa a Rieti, si è incontrato con il ministro Del Rio ed il capo della Protezione Civile, Curcio, affermando che: "l'emergenza avrà un lungo periodo di gestione, dovremo tutti essere all'altezza di questa sfida", rassicurando sul fatto che "la credibilità e l'onore di tutti noi sarà nel garantire una ricostruzione vera che consentirà agli abitanti di vivere, di ripartire".

Piccoli centri semi deserti d'inverno ma che d'estate si ripopolano, per effetto del cosiddetto "turismo di ritorno".

Continuano le ricerche ad Accumoli, Pescara del Tronto e Arquata, mentre ad Amatrice si è registrato il numero più alto di vittime: si parla di oltre 200 persone.

Ci sono un centinaio di sfollati nel centro di accoglienza allestito dalla Protezione civile ad Accumoli, nel Reatino. "Non posso non esprimere - ha confidato Papa Francesco ai 20 mila fedeli presenti a San Pietro - dolore e vicinanza alle persone colpite e che hanno perso i loro cari e a quelle che ancora si sentono scosse". E' quanto reso noto dalla Protezione civile nazionale, presente sul posto. Durante tutta la notte si è continuato a scavare, mentre nelle tendopoli è stata consumata una notte definita "normale" dagli uomini della protezione civile. Intanto, anche grazie alle dichiarazioni di Antonio, un residente di Accumoli, intervistato dall'Ansa, si sono riaccese le polemiche sulle normative per la prevenzione antisismica.

Resta ancora chiusa la strada statale 685 "delle Tre Valli Umbre" nel tratto compreso tra il bivio per Castelluccio di Norcia (PG) e Arquata del Tronto (AP) a causa dei danni causati dal sisma in vari punti dell'infrastruttura. La sorella della bambina, però, che era stesa accanto a lei, non ce l' ha fatta.

Terremoto Amatrice, sindaco di AP Castelli: "Marchigiani ce la faranno".

I sindaci e la Protezione Civile hanno invitato a non partire autonomamente e di rivolgersi a chi sta organizzando la raccolta beni e le spedizioni dei volontari sui luoghi del terremoto.

Altre Notizie