Lunedi, 22 Luglio, 2019

Renzi: "Ci sono almeno 120 vite spezzate".Bilancio non definitivo

Controlli della Guardia di finanza Renzi: "Ci sono almeno 120 vite spezzate".Bilancio non definitivo
Deangelis Cassiopea | 25 Agosto, 2016, 17:27

Il bilancio del terribile terremoto che ha devastato il centro Italia nei Comuni di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto sale a 124 morti, 368 feriti e circa 100 dispersi. A questi si aggiungono "altri 50 uomini della Scuola di Capannelle che porteranno il numero complessivo dei vigili del fuoco impiegati in giornata a più di 800". Un luogo la cui bellezza è compresa da tutti e quindi goduta nella sua universalità. Ma sono decine i fenomeni sismici registrati dal tramonto del 24 agosto. "La Russia condivide il dolore dell'amico popolo italiano", Putin nel telegramma ha espresso parole di pietà e sostegno alle famiglie e agli amici dei morti e ha augurato una pronta guarigione ai feriti. Il ministero dei beni culturali ha allertato le sue unità di crisi. Dieci pazienti sono stati dimessi.Il flusso degli ingressi in ospedale, che fino alla 14.30, era stato praticamente ininterrotto, nelle ore successive - stando a un nuovo bollettino diffuso dall'ufficio stampa della Asl - e' progressivamente rallentato.

Amatrice. Sono oltre 250 le vittime del terremoto. A Roma sottoposto a verifiche il Colosseo, ma nessun danno. Quello che abbiamo visto all'Aquila s'è verificato qui.

Appena giunto sul posto, Mazzocca ha incontrato Stefano Petrucci, sindaco di Accumoli, al quale ha assicurato tutta la collaborazione dell'Abruzzo nel tentativo di allievare le sofferenze patite dalla popolazione duramente colpita dalla tragedia. In altri paesi della zona, come a Pescara del Tronto, ci sarebbero altre tre vittime, e altre persone sarebbero disperse: com'è comprensibile, al momento è complicato verificare tutte le informazioni. Altri due centri sono in corso di allestimento. Anche se la gente nelle tende sembra quasi che non se accorga più. Solo dalla mezzanotte se ne sono registrate oltre 60 di magnitudo 2 o superiore. Come i nostri lettori sanno, sono parecchi anche gli americani che hanno scoperto questi posti e, appena possono, corrono a godersi un pezzetto di Bel Paese. Il bilancio della Protezione civile ancora provvisorio. È fine estate ma i genitori che devono tornare a lavorare in città (Roma dista meno di due ore) lasciano i figli ancora in vacanza dai nonni.

Timori emergono anche per le sorti del patrimonio culturale nelle zone più colpite.

Altre Notizie