Mercoledì, 23 Ottobre, 2019

Terremoto: Daniela Martani e il post shock su Facebook. Ma lei nega

Terremoto: Daniela Martani e il post shock su Facebook. Ma lei nega Terremoto: Daniela Martani e il post shock su Facebook. Ma lei nega
Evangelisti Maggiorino | 25 Agosto, 2016, 17:02

Ora sono a Los Angeles e hanno bloccato il mio account e purtroppo vista la situazione non sono in grado di smentire le cose nel modo migliore. È paragonabile, per intensità, a quello dell'Aquila": "ha detto il capo del Dipartimento Protezione Civile Fabrizio Curcio.

Proprio ieri il web si era scatenato contro DanielaMartani, l'ex gieffina nonchè convinta sostenitrice del mondo vegano che, secondo un commento apparso su Facebook avrebbe considerato il terremoto come una sorta di punizione 'divina' per Amatrice (essendo la patria dell'amatriciana).

Ha irritato tutti il post di Daniela Martani su Amatrice e l'amatriciana. Lei però si è difesa, dicendo di aver subìto un furto di identità sul social network e di non essere stata lei a postare del commento insulso: "In merito al post pubblicato su Facebook, non sono stata io a scrivere, era già successo giorni prima che fossero entrati nel mio profilo, in realtà avevo postato un post su come aiutare Amatrice". A poche ore dal terremoto che ha sconvolto il centro Italia ha scritto:"Ma è stata inventata ad Amatrice la famosa amatricina?" Denuncerò alle autorità competenti non appena tornerò in Italia. Tuttavia, anche in questo caso le critiche sono arrivate impietose, descrivendo la Martani una ragazza "falsa". È un linciaggio mediatico che sta avvenendo è senza precedenti. Siccome non ho mai tratto alcun beneficio da questa esposizione né economico né lavorativo a dispetto di quanto pensino in molti, ma ho avuto solo grane, smetterò di essere una portavoce dei diritti degli animali.

Offrendomi la sua ricostruzione dei fatti, sopra riportata, la Martani ha raccontato che sia lei sia la sua famiglia hanno ricevuto delle minacce di morte. Sono oltre 3000 i commenti sul suo post, nella maggior parte dei casi davvero violenti e irripetibili, inoltre sono tanti i vegani che stanno prendendo le distanze da questa inutile provocazione. E anche se fosse stata scritta quella cosa, nessuno è andato lì con un coltello e ha ucciso 250 persone.

Lo status è stato prontamente rimosso e sostituito con un altro meno esplicito: "Il karma non perdona".

Altre Notizie