Giovedi, 19 Settembre, 2019

Terremoto centro Italia: inviate le unità cinofile della Cri di Grosseto

Terremoto centro Italia: inviate le unità cinofile della Cri di Grosseto Terremoto centro Italia: inviate le unità cinofile della Cri di Grosseto
Acerboni Ferdinando | 25 Agosto, 2016, 13:40

Spinti dalla buona volontà, senza conoscere le regole base da rispettare quando si interviene in situazioni di estremo disagio o pericolo, si potrebbe addirittura causare inconvenienti a chi il soccorritore lo fa di mestiere.

Il presidente della Regione Lazio, Zingaretti, giunto ad Amatrice, ha lanciato un appello "a non intasare la Salaria, strada cruciale per i soccorsi".

Rallentare sui viadotti lesionati - Al km 136 della statale 4, a circa 4 km dal Comune di Accumoli, un viadotto si è mosso, con un dislivello di circa 15 centimetri.

"Mentre, purtroppo, continua a salire il numero delle vittime del devastante sisma che ha colpito il centro Italia, la Croce Rossa ha subito disposto l'attivazione delle proprie sale operative e di tutti i Centri d'intervento di emergenza (C.I.E.) sul territorio nazionale". Sul sito www.cri.it nella sezione dedicata, in home page, sono presenti le modalità di donazione. Un problema simile è segnalato inoltre su un altro viadotto, il "Tronto secondo", due chilometri più avanti. Cucine da campo per assistenza alla popolazione in partenza per Amatrice e Accumoli. Nel caso la persona si trovasse all'esterno di edifici, deve invece raggiungere uno dei punti di raccolta evitando di utilizzare l'automobile e il telefono, se non strettamente necessario.

Anche l'Associazione volontari di Protezione civile RC Mistral è in allerta e sul proprio sito spiega: "Attualmente siamo in attesa di ricevere le richieste di supporto da parte delle istituzioni preposte. Quello che bisogna evitare è di mettersi in moto da soli, spontaneamente" ha detto.

Altre Notizie