Giovedi, 19 Settembre, 2019

Apple Watch 2: niente modulo cellulare ma si al GPS?

Acerboni Ferdinando | 25 Agosto, 2016, 13:22

Trattasi chiaramente di una grande delusione per chi magari, pur non possedendo l'iPhone, vorrebbe puntare sulla tecnologia indossabile della società di Cupertino, ma a quanto pare i chip per la connessione alle reti mobili sono tali da consumare la batteria in breve tempo, il che significa che in questo modo l'Apple Watch avrebbe un'autonomia molto ridotta. Secondo recenti rumor l'arrivo del prodotto è imminente.

Abbiamo parlato in diverse occasioni delle previsioni di analisti e di fughe di notizie di ogni tipo relative alla nuova generazione dello smartwatch della casa di Cupertino, l'Apple Watch (forse 1SE o 2, a seconda del livello di innovazione che porterà con sé), stavolta riportandovi le ultime indiscrezioni rilasciate dall'agenzia statunitense Bloomberg, la quale ha offerto nuove indicazioni su come potrà essere il nuovo orologio smart.

Apple ha intenzione di mandare sul mercato un nuovo modello del riuscito Apple Watch.

Apple sta provando a rendere il suo Watch più "indipendente" dall'iPhone, dotandolo di connettività cellulare, ma il traguardo è ancora lontano.

La rivoluzione prospettata sembra quindi essere più rivolta a migliorare il design e l'OS integrato, anche se questo potrebbe comportare un vero e proprio esodo dei fan Apple verso dispositivi Android che integrano già questa possibilità non indifferente; nonostante l'uso massiccio dei moduli radio, Android Wear sembra gestire l'uso della connessione LTE al massimo.

In compenso Apple Watch 2 dovrebbe integrare il modulo GPS per offrire una maggiore accuratezza e una maggiore quantità di sensori pensati per assicurare l'accesso a funzioni avanzate legate al controllo dei parametri vitali per tenere sotto controllo l'attività fisica, fungendo da strumento dedicato al fitness e al benessere insieme ad una serie di applicazioni pensate appositamente per questo. Apple Watch 2 ed iPhone 7 saranno certamente un accoppiata vincente, soprattutto grazie all'ottimizzazione del nuovo smartwatch che garantirà un'autonomia di gran lunga superiore, le novità però non finiscono qui.

Altre Notizie