Sabato, 15 Giugno, 2019

Lazio-Keita, non se ne esce. L'agente: "Ma la dirigenza?"

Atalanta-Lazio probabili formazioni e statistiche Lazio-Keita, non se ne esce. L'agente: "Ma la dirigenza?"
Acerboni Ferdinando | 25 Agosto, 2016, 12:04

Alla base delle nuove inquietudini del popolo biancoceleste non c'è neppure l'ancora vacante eredità di Antonio Candreva, bensì l'incredibile evoluzione del caso Keita, scoppiato alla vigilia della trasferta sul campo dell'Atalanta, disertata dall'attaccante spagnolo a causa di un infortunio muscolare smentito dagli esami strumentali.

Dopo altri giorni di tensione, Keita decise di raggiungere i compagni di squadra nel ritiro di Auronzo di Cadore, ma la situazione non registrò miglioramenti: isolato e mal visto dal resto della squadra, con l'agente che rifiuta le proposte di rinnnovo della Lazio e con Lotito che rimane fermo sulla sua richiesta di 30 milioni di euro per il cartellino di Keita, una valutazione che fin qui ha spaventato tutte le pretendenti. Ho parlato con Inzaghi in estate, mi ha detto di rimanere, ha cercato di convincermi fino all'ultimo, aveva parlato anche con la società per il mio rinnovo contrattuale. Se perde anche Keita è un grosso problema per la Lazio, però se possono risolvere i suoi malumori bene altrimenti devono lasciarlo andare.

Guerra infinita tra Keita e la Lazio. Da qui il primo comunicato della Lazio, che ha anche paventato l'ipotesi di passare alle vie legali contro il giocatore per tutelare la propria immagine, accusandolo di scarsa professionalità. Il risultato è: "tutti contro Keita, ingiustamente!". Keita potrebbe rientrare in gruppo in settimana per prepararsi alla prossima partita con la Juventus. La realtà dice che il calciatore, da professionista qual è, non intende mancare di rispetto a nessuno. Non so perché l'allenatore abbia deciso di non proteggerlo, attaccandolo pubblicamente e non credendo alla sua parola. Certo non può nemmeno giocare se ha male al ginocchio. "Per questo dico che una società dovrebbe aiutare il suo attaccante invece che attaccarlo pubblicamente con il solo scopo di recuperare il sostegno di tifosi delusi e amareggiati ed in continua protesta". Il club biancoceleste ha diramato un altro comunicato in risposta alle dichiarazioni di Calenda, agente del senegalese: "In riferimento alle dichiarazioni del procuratore di Keita, Roberto Calenda, la società tiene a sottolineare come i referti medici siano inequivocabili e non consentano alcun tipo di interpretazione". Peruzzi, dirigente della Lazio, e la stessa società di Lotito hanno definito inaccettabile il comportanto del proprio tesserato.

Altre Notizie