Giovedi, 19 Settembre, 2019

Poggiomarino, guerra tra i Cugini di Campagna e Nick Luciani

Poggiomarino, guerra tra i Cugini di Campagna e Nick Luciani Poggiomarino, guerra tra i Cugini di Campagna e Nick Luciani
Deangelis Cassiopea | 23 Agosto, 2016, 21:19

I residenti di quella zona nutrono un forte senso di appartenenza all'antico quartiere.

Il divorzio tra Nick Luciani ed i Cugini di Campagna non fu dei più tranquilli tanto che l'ex "cugino" dovette firmare, in presenza di un notaio, un patto con il quale si impegnava a non utilizzare il marchio della band ma gli veniva concesso, tramite pagamento dei diritti, di continuare a cantare gli storici successi.

Nick Luciani
Nick Luciani

I militari, riferiscono fonti di stampa, si sono dunque presentati alla serata, hanno atteso la fine dello spettacolo e poi hanno chiesto a Luciani i documenti, sequestrando anche le locandine incriminate. Hanno interrogato anche il gruppo organizzatore della festa e poi hanno inviato gli atti alla procura di Torre Annunziata. La storia si chiude qui, almeno a Poggiomarino. Ma i Cugini di Campagna, gli storici e anche l'ex, il dente avvelenato un poco ce l'hanno ancora. "Appena tornato solo, ho pubblicato l'album dal titolo Ricomincio da me, composto da cover e brani inediti tutt'ora in vendita negli store musicali ma al momento di promuovere la mia nuova vita artistica in televisione, ho trovato la strada bloccata" ha dichiarato Nick Luciani pubblicamente. È assurdo dover constatare che vengo seguito ovunque, anche a Poggiomarino. Perché al termine del concerto arrivano i carabinieri che notificano a Luciani una diffida da parte dei componenti della band in cui ha militato per oltre venti anni, a usare il ben noto nome Cugini di Campagna. Ma la sua lunga chioma era uno dei simboli del gruppo formato dai fratelli gemelli Ivano e Silvano Michetti, grazie alla rinascita dovuta ad "Anima mia", la trasmissione di Fabio Fazio e Claudio Baglioni che prendeva il nome dalla loro canzone più famosa. "Siamo reduci da una tournée a Toronto, figuriamoci se abbiamo bisogno di queste polemiche", ha replicato Ivano. La storia, peraltro, è nota: il web è pieno di punzecchiature reciproche. Dove, in verità, la gente cade dalle nuvole: "Noi ci siamo divertiti, il resto non conta".

Altre Notizie