Lunedi, 21 Ottobre, 2019

Guerra alla droga nelle Filippine, 300 agenti sospettati di traffico illecito

La polizia filippina ha ucciso 1.067 persone dall'inizio del mandato di Duterte per crimini di droga Un poliziotto filippino in un'operazione anti droga. Credit Romeo Ranoco
Evangelisti Maggiorino | 23 Agosto, 2016, 20:38

Che il nuovo presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, volesse avere un pugno di ferro nei confronti dei trafficanti di droga lo aveva dichiarato fin dalla sua candidatura.

"Non voglio offendervi. Ma potremmo essere costretti a separarci dalle Nazioni Unite".

Duterte, che si era presentato come il candidato anti-establishment, aveva promesso di eliminare alla radice i crimini di droga nei primi sei mesi da presidente. Ed ha fatto poi anche riferimento ai continui recenti omicidi di neri da parte della polizia statunitense.

Le autorità li hanno messi sono indagine poiché ipotizzano che abbiano venduto gli stupefacenti sequestrati nel corso dei controlli o abbiamo protetto persone coinvolte nella produzione e nello spaccio. Di queste, 712 sono state uccise, in un totale di 6.000 operazioni.

Altre Notizie