Lunedi, 18 Novembre, 2019

Olimpiadi. Il Settebello di Velotto ko, giocherà per il bronzo

Il gigante brasiliano del duo di beachvolley carioca- oro a Rio2016 nella finale maschile Il gigante brasiliano del duo di beachvolley carioca- oro a Rio2016 nella finale maschile
Cacciopini Corbiniano | 20 Agosto, 2016, 10:18

"Una partita perfetta": non trova altre parole il ct Sandro Campagna, nel commentare la splendida vittoria dell'Italia di pallanuoto maschile contro la Grecia che spalanca le porte della semifinale contro la Serbia.

Appassionati lettori di Vavel Italia, Antonio Abate conferma il proprio benvenuto commentando per voi l'emozionante Grecia-Italia, gara di pallanuoto valida per staccare un pass verso le semifinali di un torneo olimpico che ha confermato la forza del nostro collettivo, capace di proporre un gioco a tratti veramente imbattibile. Diretta tv sui canali Rai, streaming sul sito ufficiale o sull'app Rai. Quattro anni fa l'Italia si impose 9-7 e poi si arrese alla Croazia nella finalissima 6-8. Di seguito il programma della giornata di domani. Fare tesoro dell'atteggiamento che abbiamo avuto.

Serbia: G. Pjetlovic, Mandic 1, Gocic, Randelovic, Cuk, D. Pjetlovic 1, Nikic 2, Aleksic, Jaksic 1, Filipovic 2, Prlainovic 2, S. Mitrovic 1, B. Mitrovic.

Grande protagonista con 3 reti Figlioli seguito a 2 da Aicardi. Gli azzurri hanno difficoltà a scrollarsi di dosso la pressione. Corsi e ricorsi storici che non si fermano qui perche' anche l'altra semifinale sara' un remake del penultimo atto delle Olimpiadi inglesi: di fronte, ancora una volta, il Montenegro, che ha eliminato per 13-11 l'Ungheria, e i campioni olimpici in carica della Croazia, che hanno battuto la Spagna per 10-7. Medaglia di bronzo alla Serbia, che ha battuto il Montenegro 12-11.

Nel terzo tempo Nikic ha ristabilito le distanze a +5 con la Serbia a controllare e l'Italia di nuovo a digiuno come nel primo parziale. "Sono dispiaciuto per l'approccio timoroso e poco spregiudicato dei miei - aggiunge Campagna in zona mista - Anche l'arbitro ci ha mandato ancora piu' in confusione per tre fischi decisivi e due gol dei serbi (il 2-0 ed il 3-0, ndr). Li abbiamo messi in difficoltà bloccando i centri, con un grande lavoro dei nostri difensori, e bloccando la superiorità numerica".

I primi dodici minuti sono un assoluto dominio azzurro, con la Grecia che non riesce a "bucare" mai un super Stefano Tempesti, davvero bravissimo tra i pali.

Altre Notizie